Quotidiani locali

Scalo merci, ci siamo cellulosa e marmo arrivano “via ferro”

Domani a Firenze la firma del protocollo per la realizzazione dell’infrastruttura e il potenziamento della Lucca-Castelnuovo

CASTELNUOVO. Scalo merci, ci siamo! Domani, lunedì 11 dicembre, a Firenze firma il protocollo che dà il via all’iter per la realizzazione dell’infrastrutura e il potenziamento della Lucca-Castelnuovo.

La realizzazione dello scalo merci, opera per cui la parlamentare Pd Raffaella Mariani si batte da tempo, si inserisce nel più ampio progetto di revisione del sistema della mobilità nella Provincia di Lucca. Un sistema che abbraccerà anche gli assi viari, il ponte sul Serchio e il raddoppio della linea ferroviaria. Più nello specifico il nuovo scalo merci porterà molteplici vantaggi al territorio della Garfagnana e non solo: dal punto di vista economico consentirà alle aziende del settore cartario e lapideo di migliorare le connessioni per l’approvvigionamento della materia prima. La Lucart, ad esempio, potrà far arrivare via ferro allo stabilimento di Castelnuovo la cellullosa che sbarca al porto di livorno. Lo stesso potranno fare le aziende che si occupano del marmo. Non a caso alcuni di questi soggetti saranno seduti al tavolo di lunedì per la firma del protocollo: hanno garantito l’utilizzo dell’infrastruttura. Da un altro punto di vista lo scalo merci consentirà di togliere dalla strada i tir a cui finora era delegato il trasporto della merce. I vantaggi si misureranno sul piano della sicurezza stradale e dell’impatto ambientale. I lavori dovrebbero iniziare già nel prossimo anno ma ulteriori dettagli saranno forniti nella riunione di domani.

«La firma del protocollo – spiega una nota del ministero – si inserisce nell’ambito dello sforzo congiunto tra ministero, Ferrovie, Regione Toscana e Comuni delle aree interessate nel promuovere il risanamento ambientale grazie alla costruzione dello scalo merci della stazione di Castelnuovo e dunque al trasferimento su rotaia del traffico attualmente veicolato prevalentemente su gomma e il miglioramento del trasporto ferroviario, con il potenziamento della tratta Lucca - Castelnuovo Garafagnana».

«Gli interventi mirano anche a fortificare il sistema di trasporto merci – prosegue la nota – necessario a dare impulso all’economia dell’area, in particolare nella direttrice verso il porto di Livorno. La firma del protocollo si terrà a Firenze presso la sede del Provveditorato alle Opere Pubbliche della toscana, in via dei Servi n.15 alle ore 10».

Oltre al ministro Nencini per il ministero dei Trasporti, erano presenti alla firma del protocollo Vincenzo Ceccarelli, assessore alle infrastrutture, mobilità, urbanistica e politiche abitative della Regione Toscana, il presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, il sindaco del Comune di Lucca Alessandro Tambellini; il presidente dell'Unione Montana dei Comuni della Garfagnana Nicola Poli; il sindaco del Comune di Castelnuovo di Garfagnana,
Andrea Tagliasacchi; il direttore della Logistica di Lucart, Giovanni Illibato; il presidente e l'amministratore delegato di Migra, Loriano Canini; e Antonio Petti, il direttore territoriale produzione Firenze di Rfi, Efisio Murgia.



TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro