Quotidiani locali

Ragazza denuncia: attirata nel bosco e violentata

L’accusa di una giovane nei confronti di due spacciatori. L’allarme scatta all’alba e lei viene visitata in ospedale

LUCCA. Una giovane donna sui 25-26 anni con problemi di tossicodipendenza residente in Lucchesia denuncia di essere stata vittima di violenza sessuale ad opera di due immigrati nordafricani da cui si riforniva di sostanza stupefacente. Una vicenda che, pur necessitando degli opportuni approfondimenti, non coglie impreparati gli investigatori che sono già a lavoro per individuare gli autori. L’episodio, raccontato nei dettagli dalla vittima dell’abuso sessuale, sarebbe avvenuto in un boschetto tra Paganico e il casello autostradale di Porcari-Capannori al Frizzone: luogo deputato allo spaccio di stupefacente.

I fatti. La giovane donna, già nota alle forze dell’ordine come consumatrice di cocaina, ha bisogno di una dose e nella notte in un orario prestabilito s’inoltra nel boschetto di via dell’Arpino - tra Paganico e Capannori - per acquistare la polvere bianca da alcuni pusher. Ma qualcosa non va per il verso giusto. O forse all’appuntamento non c’è l’immigrato che lei conosce. Non è dato sapere se la violenza scatta per un mancato pagamento. Di fatto, stando al racconto della vittima, viene bloccata e due immigrati abusano di lei nonostante il suo tentativo di difendersi. Alla fine però riesce a divincolarsi e a fuggire dai suoi aguzzini. Corre in direzione di via del Frizzone e arriva sino al distributore di benzina Aquila Energie. Lì, tremante e impaurita, racconta la sua odissea. Con il cellulare viene avvertita la centrale operativa e una pattuglia dei carabinieri della stazione di Capannori piomba nella zona e accompagna la vittima della violenza sessuale al pronto soccorso dell’ospedale San Luca.

Controlli e inchiesta. Sono le 5,30 del mattino quando la giovane viene presa in consegna
dai medici e sottoposta a una visita ginecologica il cui esito, almeno in parte, avvalora il racconto fornito dalla vittima. Dopo essere stato dimessa viene accompagnata in caserma dove formalizza la denuncia. Viene avvertita la procura e iniziano le indagini di polizia giudiziaria.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie