Quotidiani locali

 

Operai morti: raccolta di fondi durante la processione

 Lungo il corteo ci saranno i gazebo con i volontari delle Misericordie

LUCCA. Un gesto concreto di solidarietà a favore delle famiglie di Eugenio Viviani e Antonio Pellegrini, i due operai morti il 1° settembre mentre stavano montando i lumini per la processione di Santa Croce. A idearlo e realizzarlo sono state la presidenza del consiglio comunale di Lucca e le Misericordie della Lucchesia.

Il pomeriggio della processione saranno allestiti alcuni gazebo lungo il percorso del corteo o nelle immediati vicinanze (fra le possibilità piazza Santa Maria, piazza San Cristoforo, piazza Napoleone: si parla complessivamente di cinque o sei postazioni) ai quali si potrà fare un’offerta libera per aiutare le famiglie dei due operai in questo momento difficile.

A presidiare i gazebo, con le cassette chiuse nelle quali inserire la donazione, ci saranno i volontari delle Misericordie: anche se alcuni dettagli sono ancora da definire, sicuramente si può anticipare che i tavolini saranno presenti già nel pomeriggio, prima della partenza della processione, proprio per permettere a chi vuole di donare in tutta tranquillità.

Un’iniziativa importante, che avvicina il senso di religiosità e di comunità della processione alla tragedia di via Vittorio Veneto e a due famiglie stravolte dal dolore. Un modo anche per dare una risposta ai dubbi che sono serpeggiati nell’ultilma settimana sull’opportunità o meno di confermare - e con queli modalità - la stessa Luminara del 13 sera.

Intanto sulla tragedia interviene con un comunicato anche la Fondazione Giuseppe Pera che «si stringe al dolore delle famiglie, dei colleghi e della comunità lucchese per il drammatico incidente sul lavoro che ha colpito i lavoratori Eugenio Viviani e Antonio Pellegrini. Di fronte a un fatto così grave la Fondazione, dedicata a custodire l'eredità di un Maestro del diritto del lavoro quale è stato Giuseppe Pera, rinnova l'impegno concreto a proseguire nell'opera di studio, di formazione e di collaborazione tra datori di lavoro, lavoratori, organizzazioni sindacali e operatori che è presupposto per garantire centralità al lavoro e alla
sua sicurezza. In particolare, si impegna sin da ora a contribuire all'organizzazione di ogni iniziativa in tema di infortuni sul lavoro, anche in ambito nazionale, che gli enti istituzionali e le parti sociali vorranno assumere in ragione dei gravi fatti che sono accaduti».



I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie