Quotidiani locali

«Per la sepoltura? Si metta in lista»

Un cittadino vuole tumulare la madre ma deve attendere «Gesam mi ha detto che ci vorrà almeno una settimana»

LUCCA. Una lista di attesa per far tumulare la madre. Una settimana, forse anche qualche giorno in più prima di ricevere una degna sepoltura. Una brutta sorpresa, usando un eufemismo, quella che ha scoperto Marco Martinelli. «Mercoledì 12 luglio è morta mia madre e immediatamente è stata avvertita la Gesam cimiteri tramite i servizi funebri della Croce Verde di Lucca – spiega Martinelli –. Questo per rendere possibile l’inserimento della sua salma nel loculo di famiglia già predisposto presso il cimitero di Vinchiana al momento della morte di mio padre avvenuta nel 2012».

Al termine della funzione funebre, celebrata alle 18, Martinelli trasporta insieme ai suoi familiari la salma al cimitero. «Eravamo tutti convinti che la sepoltura probabilmente non sarebbe avvenuta la sera stessa – spiega Martinelli –. Anche perché gli operai della Gesam di solito finiscono alle 17. 30 di lavorare e l’altro giorno erano già le 19. Ero sicuro, come avvenuto con mio padre e con altri parenti tumulati a Vinchiana, che mia madre potesse essere sepolta la mattina successiva».

Niente di tutto ciò. Perché la bara dell’anziana viene deposta nella cappella del cimitero. «Alla mia domanda di quando si sarebbe proceduto alla tumulazione mi è stato risposto, anche in modo scortese, dal geometra della Gesam qualcosa che non mi sarei mai aspettato – racconta ancora Martinelli –. Mi ha detto di non sapere esattamente quando poteva essere sepolta e che c’è una lista di attesa che può essere di una settimana ma può durare anche per molti giorni in più».

Una lista di attesa per avere una tumulazione. Proprio così, anche una volta morti ci si deve mettere in coda. «Sono rimasto allibito, senza parole al pensiero che dobbiamo metterci in lista di attesa anche per una sepoltura nella totale assenza di pietà verso il deceduto e i suoi familiari – racconta l’uomo –. Non capisco, poi, dove sia il problema. Il posto era già predisposto accanto a mio padre. Forse il fatto che Gesam abbia il totale monopolio gli permette di creare anche delle liste di attesa o c’è altro che non sappiamo? ».

«Cerchiamo di effettuare le sepolture nel più breve tempo possibile

ed è la prima volta che sento parlare di liste di attesa – spiega il direttore dei servizi cimiteriali di Gesam Massimo Saponaro –. Ci sembra strano e per questo faremo le verifiche del caso cercando di risolvere la situazione nel più breve tempo possibile».

 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie