Quotidiani locali

Fosciandora sceglie l’unione con Pieve 

Scrutinati i volantini consegnati ai cittadini e restituiti Da capire se anche Villa Collemandina sarà della partita

FOSCIANDORA . È Pieve Fosciana la scelta degli abitanti di Fosciandora per una possibile fusione del proprio comune con un altro.
Lo spoglio dei volantini consegnati dall’amministrazione è avvenuto lunedì sera e ha visto rispondere circa il 45% delle famiglie contattate. Questi i dati: 260 volantini consegnati, 118 tornati con una preferenza espressa di cui 99 a favore di Pieve Fosciana, 11 per Castelnuovo, 3 per Barga, 4 che hanno scritto sul volantino di essere contrari alla fusione ed uno che propone una fusione a tre con Pieve Fosciana e Castelnuovo.
«Siamo soddisfatti della partecipazione della comunità – dice il sindaco Moreno Lunardi – avevamo già l’impressione che i cittadini avessero colto la necessità per la nostra piccola realtà di fondersi con un comune vicino. Adesso, cercheremo di aprire il percorso per raggiungere questo risultato».
A Pieve Fosciana le porte sono già aperte, resta solo da capire se resterà una fusione a due comuni e se verrà coinvolto un terzo. Ma pare difficile visto che Villa Collemandina, altra amministrazione in fase di consultazione, sembra andare verso una fusione con Castiglione. La fusione porta 250mila euro per cinque anni consecutivi più il 50% dei trasferimenti statali per 10 anni. Ogni comune che si aggiunge porta in dote quelle cifre e quindi una fusione a tre ha ancora maggiori benefici anche se chiaramente si allarga sia il territorio che il numero di abitanti. Insomma, qualcosa si sta muovendo in Garfagnana come testimoniano anche le parole dei sindaci di Careggine e Vagli. Il rischio, se così si può chiamare, è che i dialoghi restino a due e che dunque si abbiano solo “piccole” fusioni quando invece, a detta anche degli stessi sindaci, un possibile scenario potrebbe essere quello della creazione di tre ambiti territoriali ovvero tre grossi comuni.
Quello dell’Alta Garfagnana a partire da Piazza al Serchio, Camporgiano, San Romano, Minucciano, Sillano-Giuncugnano, Vagli e Careggine (circa 11mila abitanti), quello della Media Garfagnana con Castelnuovo,
Castiglione, Villa Collemandina, Pieve Fosciana e Fosciandora (circa 12mila abitanti) e quello della Bassa Garfagnana con Gallicano, Molazzana e Fabbriche di Vergemoli (circa 6mila abitanti). Fantapolitica? Per ora sì, nel nome del campanile e delle poltrone…
©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro