Quotidiani locali

bando da 12 milioni

Ecco chi può avere il contributo della Regione

LUCCA. Il tema della prevenzione diventa di fondamentale importanza in zone ad alto rischio sismico. Dopo il terremoto del 2013 in Garfagnana molto si è già fatto, con risorse investite proprio nei...

LUCCA. Il tema della prevenzione diventa di fondamentale importanza in zone ad alto rischio sismico. Dopo il terremoto del 2013 in Garfagnana molto si è già fatto, con risorse investite proprio nei Comuni più colpiti. Altri ne arriveranno, però, in questo 2017. La Regione Toscana, infatti, ha già pubblicato il “bando edifici pubblici strategici” per l’anno in corso. Questo servirà a creare una graduatoria utile ad assegnare contributi finanziari per la realizzazione di interventi di prevenzione sismica attingendo da fondi statali relativi al 2012, 2013 e 2014.

In molti casi questi fondi sono stati bloccati dalle norme sul patto di stabilità. Particolare attenzione sarà dedicata agli edifici scolastici, strategici anche in piani di emergenza id protezione civile per il rischio sismico. Nella formazione della graduatoria, ovviamente, sarà data precedenza assoluta agli edifici situati in Comuni classificati in zona sismica 2.

Dunque i Comuni che ne potrebbero beneficiare sono Bagni di Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Camporgiano, Careggine, Castelnuovo Garfagnana, Castiglione Garfagnana, Coreglia Antelminelli, Fabbriche di Vergemoli, Gallicano,

Minucciano (uno dei Comuni più colpiti dal sisma del 2013), Molazzana, Pescaglia, Piazza al Serchio, San Romano in Garfagnana, Sillano Giuncugnano, Vagli Sotto, Villa Basilica e Villa Collemandina. Complessivamente le risorse destinate sono pari a oltre 12 milioni di euro. (a.b.)

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro