Quotidiani locali

Lorenzini, parcheggio da 120 posti

Il Comune valuta la possibilità di trasferire all’ex caserma il multipiano che si trova alla Manifattura

LUCCA. Parcheggio alla ex caserma Lorenzini, spunta l'ipotesi di un'area di sosta su due livelli da almeno 120 posti. Ci sono ancora alcune verifiche da fare prima di poter dire che il dado è tratto, ma il Comune sta meditando la possibilità di ampliare la disponibilità di posti auto nell’area di sosta che andrà a realizzare alla Lorenzini. L'idea è questa: spostare la piattaforma prefabbricata che si trova alla Manifattura nella ex caserma. Due le ragioni che orientano verso questa soluzione: per prima, la considerazione che il piano superiore del parcheggio prefabbricato realizzato all'interno della Manifattura è scarsamente utilizzato; in secondo ordine vale la pena considerare che nell'arco di qualche mese quell'area di sosta non potrà essere utilizzata per i lavori di recupero del complesso (anche se al momento i cantieri sono fermi per i problemi di Unieco).

Opportunità e rischi. Stando così le cose in Comune hanno avuto un'idea semplice: perché non spostare il prefabbricato multipiano alla Lorenzini, in modo da aumentare la capacità di sosta dell'area, che passerebbe dai 70-90 posti previsti inizialmente a più di 120. Una buona idea, che ora deve fare i conti con la realtà. I tecnici stanno valutando se gli spazi della ex caserma sono sufficienti ad accogliere il multipiano. Inoltre ci sono altri due fattori da prendere in considerazione: tempistiche e spesa. Il Comune puntava rendere disponibile il parcheggio della Lorenzini entro l'estate e il budget a disposizione si aggirava tra i 100 e i 200mila euro. Ma l'ipotesi di smontare il prefabbricato della Manifattura (dove rimarrebbe il parcheggio a livello strada) per rimontarlo alla ex caserma rischia di far lievitare i costi e di allungare i tempi. Martedì ci sarà l'incontro decisivo per capire la fattibilità dell'intervento: un faccia a faccia tra Metro, l'assessore Marchini e i tecnici del Comune. La Soprintendenza, invece, ha già dato il via libera. Vada come vada, un parcheggio alla ex Lorenzini si farà, e avrà almeno 70-80 posti. Sarà a pagamento ma non ci saranno i parcometri bensì le sbarre per l'accesso e l'uscita. In pratica, come succedeva prima che prendessero il via i lavori del Piuss. Ultimato l’intervento alcuni parcheggi a pagamento presenti in zona verrebbero trasformati in stalli gialli per i residenti.

Una carenza endemica. La questione, ovviamente, sta a cuore sia ai commercianti sia ai residenti: i primi sostengono che la scarsità di parcheggi in centro disincentiva l'arrivo di turisti e visitatori; i secondi si lamentano del fatto che gli stalli gialli per chi abita dentro le Mura sono sempre meno. Si potrebbe dire che entrambi hanno ragione: gli stalli gialli sono 1.658 a fronte di circa 9mila soggetti titolari di un permesso che dà loro l'autorizzazione a parcheggiare in questi spazi (oltre ai 4.800 residenti ci sono domiciliati, medici, artigiani riparatori, giornalisti, invalidi, eccetera). Gli stalli blu (a

pagamento) dentro le Mura sono ancora meno: appena 1.080 a fronte di un flusso di visitatori di qualche migliaio di unità. La soluzione potrebbe arrivare proprio dalla Manifattura: il progetto di recupero prevede di realizzare nel vecchio complesso un sistema di parcheggi da circa 560 posti.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri