Quotidiani locali

ad altopascio

Edifici abbandonati: c’è la mappatura

ALTOPASCIO. Casolari e cantieri edili in disuso, abbandonati e, talvolta, utilizzati come alloggi abusivi: un fenomeno diffuso ovunque, e Altopascio non fa certo eccezione, anzi. Ma qui è partita la...

ALTOPASCIO. Casolari e cantieri edili in disuso, abbandonati e, talvolta, utilizzati come alloggi abusivi: un fenomeno diffuso ovunque, e Altopascio non fa certo eccezione, anzi. Ma qui è partita la mappatura del territorio comunale da parte della polizia municipale, su indicazione di sindaco e giunta, per intervenire nelle situazioni di pericolo e chiedere ai proprietari di provvedere quanto prima per chiudere gli immobili e metterli in sicurezza.

La prima fase di questa ricognizione ha riguardato le zone più critiche e ha portato alla luce diverse strutture fortemente degradate, che si trovano in località Tavolaia, Cascine, Ferranti, via Valico, zona stazione ferroviaria, Cerbaia, Carrari e via del Vapore.

Le strutture appartengono a privati e a società immobiliari attive e fallite.

«Abbiamo inviato un primo avviso bonario ai proprietari – spiega il sindaco Sara D'Ambrosio – affinché intervengano per murare o, comunque, chiudere in modo definitivo le abitazioni. Il passaggio successivo, qualora non venissero presi provvedimenti, sarà procedere con l'intimazione. C'è bisogno che ognuno faccia la propria parte».

«Nel frattempo – riprende il primo cittadino di Altopascio – il monitoraggio va avanti: l'obiettivo è identificare tutte le situazioni di pericolo, illegalità e degrado, per combattere l'incuria e il decadimento e investire

in modo strutturato e continuativo sul decoro e sulla vivibilità di Altopascio. La ricognizione si aggiunge all'azione sulla sicurezza che abbiamo programmato con la polizia municipale, per creare un presidio fisso sul territorio, in collaborazione anche con le altre forze dell'ordine».

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare