Quotidiani locali

Il precedente

Il cucciolo entra in edicola a Sant’Alessio

CAPANNORI. Quando i cinghiali sconfinano e dalle zone boschive e agricole si avvicinano alla città e alle strade può succedere di tutto. A volte anche episodi curiosi, come quello registrato il 3...

CAPANNORI. Quando i cinghiali sconfinano e dalle zone boschive e agricole si avvicinano alla città e alle strade può succedere di tutto. A volte anche episodi curiosi, come quello registrato il 3 gennaio Sant’Alessio. Valentina Farnocchia, che lavora all’edicola “La scatola magica”, sta preparando le rese dei quotidiani quando sente aprire la porta. Pensa sia l’ultimo cliente della giornata, ma quando si volta trova un ospite inatteso: un cucciolo di cinghiale di una cinquantina di chili, sanguinante e impaurito, che si mette a scorrazzare per il negozio senza alcuna intenzione di andarsene. Per allontanare l’animale devono intervenire i vigili del fuoco di Lucca, che imbracciando un porta-locandine indirizzano il cinghialetto verso l’uscita. A quel punto l’animale scappa nei campi. Ma senza allontanarsi troppo: poche ore dopo viene di nuovo avvistato in zona.

I problemi, ovviamente, non riguardano solo Lucca. Anche i Comuni della Piana hanno il loro bel da fare per contenere il via vai degli ungulati. Per cercare di arginare il fenomeno, che si fa sentire soprattutto nell'ex Alveo del lago di Bientina, il Comune di Capannori ha emanato un’ordinanza che istituisce fino al 31 gennaio il divieto di transito su alcun strade “a rischio”. L'ordinanza prevede anche interventi di controllo, così come previsto nella richiesta pervenuta dalla Regione. I cinghiali che stanno imperversando nell'area tra Colle di Compito e Castelvecchio di Compito, hanno creato diversi danni alle colture agricole e disagi alla viabilità. Un intervento di contenimento in queste zone era stato effettuato lo scorso inverno a Petrognano. Ma non è stato risolutivo.

Il problema cinghiali si è fatto sentire anche sulle colline di Montecarlo.

Qui la scorsa estate gli ungulati presero di mira il giardino di un’abitazione privata. Distruggendolo. Non è rimasta immune neppure Porcari, dove un gruppo di ungulati qualche tempo fa si è avvicinato al centro cittadino.

(g.p. e n.n.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro