Quotidiani locali

Scuole, sul podio i licei scientifici

Lucca: “Fermi”, “Majorana” e “Vallisneri” premiati dalla Fondazione Agnelli. Al quarto posto il classico “Machiavelli”

LUCCA. Uno, due e tre. È un en plein la classifica degli istituti superiori stilata dalla Fondazione Agnelli sulla base dei risultati che i “maturi” ottengono all’università: a Lucca (intesa come tutta la provincia esclusa la Versilia) i primi tre gradini del podio vanno appannaggio dei licei scientifici. E - come già lo scorso anno - al primo posto si piazza il liceo scientifico attivato all’Isi Fermi-Giorgi dalla riforma del 2011-2012. Subito dietro, per qualche decimale, il liceo Maiorana di Capannori e medaglia di bronzo al liceo Vallisneri di Lucca. Tutti e tre superano quota 80 nell’indica Fga (acronimo di Fondazione Giovanni Agnelli), un indicatore da 0 a 100 che mette insieme i due parametri considerati dalla ricerca: la media dei voti ottenuti all’università dagli studenti della scuola (“normalizzato” per tener conto della difficoltà del corso di studio scelto) e i crediti ottenuti in percentuale sui crediti previsti al primo anno di università. Una conferma, come detto, per il Fermi che vede aumentare il proprio indice Fga, da 83,25 a 83,55.

Subito dietro ai tre licei scientifici si piazza il liceo classico Machiavelli di Lucca, che si attesta su un indice Fga di 78,16, ma “assicura” una media voto assai alta, di 28,4, superiore a tutti i licei classici della zona nord della Toscana, da Pescia a Viareggio a Pisa.

In generale gli istituti lucchesi strappano buoni risultati, riuscendo anche a migliorare rispetto allo scorso anno. Ottima, ad esempio, la performance del Fermi-Giorgi e del Benedetti di Porcari nel settore tecnologico: le due scuole sono appaiate con una valutazione di 64,21. Non molto dietro, a Lucca, il Carrara-Nottolini-Busdraghi.

Quest’ultimo istituto, insieme sempre al Benedetti, si piazza bene anche nel settore economico (l’Itc, per intendersi) e ottimi risultati sono anche quelli strappati dall’istituto d’arte Passaglia che, con il suo indice Fga di 59,08 è addirittura secondo in Toscana dietro il Leon Battista Alberti di Firenze.

Soddisfatto del risultato dell’indagine è il dirigente scolastico del Fermi-Giorgi, Massimo Fontanelli: «Quello del liceo scientifico - ragiona il professore - è un corso nel quale investiamo molto, soprattutto per quanto riguarda l’insegnamento della matematica, della fisica e delle scienze. E dove c’è una forte attenzione all’attività di laboratorio».

Non solo i dati della Fondazione Agnelli, ma anche quelli di iscrizioni e immatricolazioni sembrano premiare l’investimento su questo corso: «Abbiamo quattro sezioni - spiega ancora il preside Fontanelli -, per circa 100 iscritti l’anno. Gli esiti sono buoni e ancora di più se si tiene conto di un fatto che per noi è molto importante: la grandissima parte dei ragazzi che frequenta il liceo delle scienze applicate arriva fino in fondo». Tanti i progetti del Fermi-Giorgi per questo corso: «Abbiamo aperto recentemente un nuovo laboratorio tecnologico e, nel prossimo anno, grazie al potenziamento e all’autonomia avremo anche un corso di biorobotica in collaborazione con la scuola Sant’Anna di Pisa».

La Fondazione Agnelli esegue un’indagine simile anche per le scuole che preparano al modo del lavoro. Purtroppo, però, questo servizio non è disponibile per la Toscana. Un peccato, perché sarebbe assai utile.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LA PROMOZIONE

Pubblicare un libro gratis