Quotidiani locali

Allarme amianto, disposta la bonifica dell’ex Mari.Car

Ordinanza del sindaco per la rimozione della copertura dello stabile che si trova in via Roma, vicino alle scuole

GALLICANO. Allarme amianto a pochi passi dal centro cittadino, nella zona più popolata del comune, e il sindaco David Saisi, ottemperando alle richieste dell'Asl, dispone immediatamente la bonifica di quell'immobile abbandonato in via Roma.

La vecchia sede della Mari.Car. in via Roma, è di fatto da anni uno stabile lasciato a sé stesso. A far paura alla gente non sono le condizioni tecniche dell'immobile, ma piuttosto quelle della copertura in eternit che, di fatto, costituisce un pericolo per la collettività. Specialmente perché, a pochi passi, c'è l'istituto comprensivo di Gallicano, il centro culturale islamico e molte attività commerciali, senza contare le abitazioni sul lato opposto della strada. La situazione di stallo dura da anni, ma nelle scorse settimane un anonimo (e avveduto) cittadino di Gallicano ha sporto denuncia alle autorità competenti, e all'ufficio tecnico comunale.

La pratica è passata al servizio di Igiene pubblica dell'Asl, che il 21 marzo scorso ha svolto un sopralluogo sull'area interessata, di proprietà della società M.P.M. srl, rilevando l'imprescindibilità degli interventi di bonifica.

Già nei mesi scorsi, esattamente ai primi di gennaio, l'Asl ricevette numerose e dettagliate segnalazioni da parte di alcuni residenti, che documentavano l'inerzia della proprietà nella gestione dell'immobile.

Dopo alcuni solleciti bonari, adesso si è passati alle vie di fatto, secondo quanto prevedono le norme in casi del genere. Anche perché, stando alle risultanze delle verifiche, i pericoli maggiori vengono dal lato nord del fabbricato, quello più esposto a rischio di dispersioni di polveri dannose. E così, il primo cittadino, per tutelare la salute pubblica, ha disposto con apposita ordinanza, l'obbligo di porre i lavori di bonifica dell'intera area interessata entro 60 giorni.

La M.P.M. srl con sede a Barga, è rappresentata dal liquidatore Franco Peccianti, il quale dovrà predisporre il ciclo di interventi richiesti: parere sull'effettivo stato manutentivo dell'immobile, le eventuali azioni da intraprendere, la tempistica, la valutazione dei rischi per gli occupanti dell'edificio, compresi i locali confinanti. Il problema è che da tempo ci sono delle porzioni già "sbriciolate" cadute sia nell'area di proprietà della M.P.M. srl che nei terreni vicini, e ogni volta che le condizioni atmosferiche sono disagevoli, il fenomeno si ripete.

Occorrerà quindi che dei tecnici specializzati rimuovano o sostituiscano la porzione pericolante di ondulato di lamiera. Se dovesse perdurare l'inerzia del proprietario, si seguirà l'iter di legge, e quindi il costo dell'opera sarà addebitato a chi è responsabile della sicurezza del sito.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro