Quotidiani locali

Nuovo look per piazza Vittorio Veneto

A Valdottavo completata la riqualificazione dell’area, luce tricolore alla base del monumento ai Caduti

BORGO A MOZZANO. Chiusura con il botto per la festa di San Rocco a Valdottavo. Tantissima gente domenica sera è scesa in piazza per partecipare agli eventi organizzati dal Comitato paesano: dalla fiera di beneficenza ai concerti del complesso bandistico paesano e della Filarmonica Rossini di Pieve Fosciana, fino ai fuochi d’artificio tornati ad illuminare il cielo stellato il 16 agosto dopo tanti anni.

E così in molti hanno preso parte anche all’inaugurazione della rinnovata piazza Vittorio Veneto che ospita il monumento ai caduti di tutte le guerre. E’ stato il sindaco Patrizio Andreuccetti e la consigliera regionale Ilaria Giovannetti, assieme agli altri amministratori comunali, a tagliare il nastro tricolore in una cerimonia breve ma densa di significati, alla presenza degli Alpini di Valdottavo, della Società di mutuo soccorso di Partigliano e degli ultimi due reduci della Seconda guerra mondiale, Aldo Mezzetti e Aldo Luciani.

«Inauguriamo stasera – ha affermato il sindaco Patrizio Andreuccetti – la riqualificata piazza Vittorio Veneto. E’ la piazza che ospita il monumento ai caduti e che racchiude in sé una serie di simboli e significati. Era tanto tempo che si sentiva la necessità di restituirla alla sua bellezza originaria, di fare in modo che una piazza come questa potesse rappresentare al meglio il paese, la valle, il territorio e che potesse soprattutto racchiudere al suo interno l’essenza vera di quello che rappresenta, che è il monumento ai caduti che al suo interno raccoglie la testimonianza di persone che hanno data la vita per il paese, per l’Italia, per il nostro territorio. I nostri antenati molti anni fa hanno deciso di dedicare a queste vittime che si sono sacrificate per la patria, un monumento.

«Il monumento sta lì a indicare – ha proseguito il sindaco – che il sacrificio delle persone non deve essere vano, che il sacrificio di queste persone ha fatto sì che l’Italia possa essere quella di oggi: libera e democratica. Alla base del monumento una bella innovazione è la luce tricolore che va a rappresentare la bandiera italiana, che impreziosisce il nostro monumento e che vogliamo che sia rappresentato anche negli altri monumenti ai caduti del nostro territorio. La riqualificazione della piazza – ha concluso Andreuccetti – prevede asfalto natura, che la impreziosisce e la rende una bellezza unica all’interno del centro storico e prevede anche, dietro al monumento, un parcheggio con sei posti auto. Alla fine abbiamo una piazza molto più bella di prima e che ha anche più posti auto».

La consigliera regionale Ilaria Giovannetti ha portato il saluto dell’intero

consiglio regionale affermando che «questo progetto di riqualificazione assieme ad altri progetti portati avanti dall’amministrazione come “Borgo è bellezza” sono una valorizzazione non solo per il territorio di Borgo a Mozzano ma anche per l’intera Media Valle del Serchio».

Luca Meconi

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro