Quotidiani locali

“I luoghi del cuore” presentate le stampe

Entusiasmo per la raccolta di immagini e testi sui posti più amati di Lucca e della Lucchesia in regalo con il giornale da lunedì 8 giugno

LUCCA. Hanno sfogliato le schede con interesse, rigirandole più volte per guardarle attentamente, alla ricerca di tanti particolari. E poi non si sono persi una parola di chi ne illustrava la genesi e i contenuti. I ragazzi della terza D della scuola media Carducci non potevano onorare meglio il privilegio di conoscere per primi "I luoghi del cuore. Lucca e la Lucchesia, com'erano e come sono", la raccolta in 24 schede con foto d'epoca, immagini attuali e testi che da lunedì 8 giugno Il Tirreno regalerà ai lettori. Debutto baciato dall'entusiasmo, quindi, per l'iniziativa editoriale che è stata presentata pubblicamente nella sala dell'Affresco del complesso di San Micheletto davanti agli studenti, ai loro insegnanti e a molti altri intervenuti. Tra loro i rappresentanti degli enti e delle associazioni che hanno permesso la pubblicazione: la Fondazione Cassa di Risparmio, la Confcommercio e l'Archivio Fotografico "Arnaldo Fazzi" del Comune di Lucca, che ha fornito la copia digitale di 14 delle 24 immagini d'epoca contenute nella raccolta.

A fare gli onori di casa Omar Monestier, direttore de Il Tirreno, e Marco Innocenti, capo della redazione di Lucca, mentre la giornalista Paola Taddeucci, autrice dei testi insieme con la collega Nadia Davini, ha illustrato a grandi linee la pubblicazione, spiegando i criteri generali che hanno portato alla scelta dei 24 luoghi.

Una scelta, peraltro, dettata dal cuore. I ricordi personali uniti alle testimonianze o alle segnalazioni di molti lettori sono stati, infatti, la prima molla. E in tanti casi i racconti di vita si sono intrecciati e integrati con quelli di un intero territorio, documentandone i cambiamenti. Ne è scaturito un viaggio sentimentale dentro la storia, le trasformazioni, i volti e i personaggi che hanno animato questi 24 posti - piazze, strade, monumenti -e li hanno fatti diventare luoghi-simbolo.

Dopo il debutto in società, lunedì 8 giugno ci sarà l'esordio nelle edicole con la scheda numero 1, che i lettori riceveranno in omaggio con la copia del quotidiano e con il raccoglitore. La distribuzione proseguirà per quattro settimane, fino al 4 luglio compreso, tutti i giorni eccetto la domenica: dal lunedì al sabato, quindi, acquistando Il Tirreno ci sarà in regalo la scheda.

Il viaggio sentimentale a Lucca e in Lucchesia inizierà dalle Mura, di cui - come in tutte le altre schede - si potrà ammirare uno scatto d'epoca e un'immagine attuale: Alfredo Fanelli, storico fotografo de Il Tirreno, ha immortalato i luoghi dalla stessa angolazione scelta cento o cinquanta anni fa. A corredo i testi che li raccontano.

Ecco gli altri: ex ospedale Galli Tassi, stazione ferroviaria, stadio Porta Elisa, Specola di San Pancrazio, piazzale del Fosso a Barga, piazza del Circolo dei forestieri a Bagni di Lucca, piazza Garibaldi a Montecarlo, piazzale Martiri della Libertà, Borgo Giannotti, via Fillungo, fiume Serchio, antico porto di San Concordio, il paese sommerso nel lago di Vagli, Parole d'oro a Guamo, piazza Anfiteatro, mercato del Carmine, Manifattura Tabacchi, Cantoni, quartiere Cittadella, piazzale Arrigoni, Castelnuovo e Rifugio Rossi in Pania.

Il coordinamento editoriale è di Giovanni Starita. Le altre

foto d'epoca provengono dall'Archivio Tirreno e da Archivio Pietro Rigali Barga, Comune di Montecarlo, Emanuela Ambrogi, Silvio Fioravanti e Paolo Marzi, questi ultimi tre autori anche delle relative immagini attuali. A tutti va il ringraziamento de Il Tirreno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro