Menu

I locali rispettano le regole: solo 3 multe

Folla in San Michele attirata dalla danza sul campanile. Nella notte i vandali rovesciano i cestini della spazzatura

LUCCA. «La miglior edizione in assoluto». Così l’assessore Francesco Raspini giudica la Notte Bianca arrivata al terzo anno consecutivo e che tra sabato e domenica ha visto decine di migliaia di persone in centro storico. Persone attirate dagli eventi culturali, dagli spettacoli, dalla possibilità di ascoltare musica e stare nei locali fino a tardi a bere mangiare, dai negozi aperti (non molti, però) aperti. Intorno a mezzanotte piazza San Michele era gremita più che mai: impossibile muoversi dalla calca perché una folla enorme attendeva lo spettacolo clou, la danza verticale sul campanile della chiesa delle danzatrici della Compagnia Il Posto Danza Verticale e della Marco Castelli Small Ensemble, che ha tenuto tutti i presenti sospesi con il naso all'insù.

«Migliaia di persone di ogni età che hanno gremito le vie del centro storico, i musei, i locali - scrive Raspini su Facebook - . Una serata bellissima piena di eventi che, grazie alla collaborazione di tutti, si è svolta con allegria e senza i brutti episodi che abbiamo visto l'anno scorso. Con buona pace di tutte le polemiche “preventive” la #nottebianca organizzata dal Comune e dalla Confcommercio Lucca è un appuntamento irrinunciabile dell'estate!». Chiaro il riferimento all’esposto preventivo del comitato Vivere il centro Storico che temeva confusione e atti di teppismo. «Non è successo nulla, se fanno eccezione alcuni ubriachi che a notte fonda hanno rovesciato cestini dei rifiuti, soprattutto in via Fillungo. Ma sono stati gli unici episodi di inciviltà nell’ambito di una nottata che si è svolta all’insegna del divertimento» dice Raspini.

I controlli delle forze dell’ordine sono stati massicci e continui, come era stato preannunciato. E ne hanno fatto le spese tre locali multati dalla polizia municipale. In un caso perché veniva trasmessa musica dal vivo senza che fosse stata chiesta l’autorizzazione preventiva, prassi che il Comune aveva chiaramente comunicato; altri due bar hanno preso la contravvenzione perché avevano sforato: facevano musica dal vivo oltre le 2, limite indicato dal Comune.

«Sono contento - aggiunge Raspini - perché è stato fatto un importante passo in avanti sul piano della collaborazione con i titolari dei locali. A parte quelle tre eccezioni, tutti gli altri hanno rispettato le regole dimostrando serietà e una sensibilità maggiore rispetto al passato. Il rapporto con la Confcommercio si fa sempre più saldo e questo è un bene per tutta la città».

Dunque, Notte Bianca appuntamento irrinunciabile? Raspini non ha dubbi: «Certamente e per il futuro staremo ancora più attenti a proporre iniziative di qualità di richiamo, evitando con cura di mettere nel programma appuntamenti che possano generare situazioni di conflitto».

Soddisfatto anche Giovanni Lemucchi, assessore al commercio: «Questa manifestazione che nasce grazie alla collaborazione instaurata fra Comune e Confcommercio proprio all'indomani dell'insediamento del sindaco Tambellini e alla quale proprio l'amministrazione Tambellini ha creduto fortemente, ci dimostra ogni anno la bontà della scelta operata e si arricchisce nel corso di ogni edizione di nuovi spunti interessanti sui quali lavorare ancora per le edizioni a venire. Quest'anno, puntando ancora di più su un taglio che ha unito il divertimento alla cultura, abbiamo registrato un forte gradimento da parte soprattutto di un pubblico lucchese, in un periodo peraltro di forte presenza turistica. Un pubblico variegato, fatto di giovani e meno giovani e di molte

famiglie, che ha potuto compiere visite guidate a musei e mostre in città e godere in particolare dello spettacolo di danza verticale in piazza San Michele, che ha rappresentato l'evento nell'evento per questa edizione della Notte Bianca».

Duccio Casini

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro