Quotidiani locali

Cartasia, focus sul tema della sostenibilità

Alle porte del decennale, la manifestazione prepara un lungo programma di incontri con esperti

LUCCA. Conto alla rovescia per la settima edizione di Cartasia, la Biennale d’Arte Contemporanea completamente dedicata al medium della carta nasce nel 2004 per volere della città di Lucca, distretto cartario più importante d’Europa.

Nel 2014 il tema tema scelto è appunto “identità liquide”, ispirato alle teorie del filosofo e sociologo polacco Zygmunt Bauman. Cuore della Biennale, le monumentali opere d’arte contemporanea dei dieci artisti finalisti, selezionati attraverso il concorso internazionale dalla commissione presieduta dal direttore artistico Nicolas Bertoux e formata da Emiliano Galigani, Jaqueline Varela, Cynthia Sah, e da due rappresentanti dell'ordine degli architetti di Lucca.

Gli artisti selezionati sono Fabio Arrabito, Lorenzo Bergamini, Giulia Giovannoni, Kamila Karst, Emily Nelms Perez, ddum studio, Giacomo Zaganelli, saranno ospitati nella città e, utilizzando la carta del territorio, realizzeranno in loco le opere che verranno posizionate a cielo aperto all'interno della suggestiva cittadina. Un risultato di impatto, che offrirà agli spettatori la possibilità di ammirare e interagire con le opere, che diventeranno parte integrante del panorama urbano. Inoltre, la concomitanza del decennale di Cartasia e del cinquecentenario delle mura di Lucca , renderà possibile il riallestimento delle migliori opere delle precedenti edizioni, che verranno inserite all'interno delle mura cittadine.

Il pubblico sarà protagonista: potrà decretare il vincitore che verrà eletto, oltre che dalla commissione artistica, anche dai visitatori, invitati ad esprimere la propria opinione attraverso internet.

Oltre al concorso internazionale, il calendario sarà ricco di eventi nel Real Collegio: oltre alla mostra, incontri-spettacolo settimanali (Pillole di conferenza performativa) che avranno come fil rouge temi come sostenibilità e identità liquida con interventi di esperti provenienti dai più disparati settori; incontri letterari e performance teatrali. Cartasia infatti, si propone di fare il punto sul concetto di “sostenibilità”. Questo perché la produzione cartaria ha esercitato ed esercita sul territorio un grandissimo impatto di natura economica, ambientale, sociale e culturale. I produttori si sono

dimostrati molto sensibili verso le tematiche ambientali e, attraverso l’attuazione di un’ottima gestione delle risorse e dei rifiuti unita alla capacità di ideare modelli di produzione sempre più sostenibili, sono riusciti a conseguire importantissimi risultati dal punto di vista ambientale.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare