Terremoto, oggi chiusa la materna a Capannori

Misura precauzionale dopo la scoperta di una crepa in una parete Si mette in moto la macchina della solidarietà, parte la raccolta di fondi

    LUCCA.

    Si sente anche in Lucchesia il terremoto che ha devastato l’Emilia. Si sente soprattutto in Garfagnana, ma non solo. Il centralino dei vigili del fuoco squilla dopo le prime scosse. Sono telefonate di persone impaurite, ma non ci sono feriti. Né edifici danneggiati. Il sindaco Del Ghingaro ha stabilito di tenere chiusa oggi la scuola materna di Capannori dove è stata notata una crepa in una parete: «Per sicurezza faremo alcuni lavori di manutenzione che dovrebbero durare solo un giorno. Meglio non rischiare». La Lucchesia si è subito messa in moto per garantire soccorsi e assistenza. La Modavi Prociv (protezione civile) ha già avviato una raccolta di beni di prima necessità e di denaro e ha anche inviato un primo carico di alimenti. La Sala operativa nazionale della Croce rossa ha allertato la Cri di Lucca dotata di cucine in grado di sfornare 1000 pasti l’ora.

    Garfagnana. A distanza di circa quattro mesi, la terra è tornata a tremare anche in Garfagnana. Stavolta, la scossa è stata avvertita solo da poche persone perché l’epicentro era distante, nei pressi di Finale Emilia, sia perché le scosse più forte ci sono state prima dell’alba, alle 4,05. Nonostante le scosse, non sono stati segnalati danni o particolari disagi sull territorio. Anche le persone che hanno avvertito la scossa durante il sonno sono rimaste nelle proprie case; altre, addirittura, hanno appreso la notizia solo dai tg. Dondolii nei letti o lampadari oscillanti figurano, comunque, nei racconti di chi ha avvertito la scossa da Gallicano sino all’Alta Garfagnana. C’è anche chi ha raccontato la propria esperienza su Facebook.

    Protezione civile. Ieri è subito partito dalla sede della Modavi Prociv il primo carico di generi di prima necessità acquistato dall’associazione e destinato a Mirabello in provincia di Ferrara: sono circa 80 i colli. Inoltre, viene organizzata alla sede dell’associazione di via della Canovetta 355, la raccolta di alimenti e prodotto per l’igiene dalle 8 alle 20 (Info: 0583/394541 ). Serve latte a lunga conservazione, latte in polvere per bambini,scatolette di carne e tonno, pomodoro in scatola, biberon per neonati, pasta, riso, pannolini per neonati, dentifricio, sapone, spazzolino per denti, bagnoschiuma. Contributi in denaro possono essere versati sul conto: Banco di Lucca, iban IT31T0324224800CC1011003923 Intestato a Prociv Lucca-causale: Pro terremotati Emilia Romagna.

    Croce Rossa. Richieste le cucine della Cri lucchese dotata anche di una cupola di 30 metri per 10, con 400 posti a sedere. In 6 ore dall’attivazione può partire la prima colonna di intervento con 35 volontari sui 70 di questo servizio. E oltre 60 volontari hanno la certificazione Hccp che consente di lavorare in cucina secondo i parametri igienico-sanitari imposti dalla legge.

    Servizi da pag. 2 a pag. 5

    21 maggio 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ