Menu

Stefano Picchi e i Gipsy Kings nasce il sodalizio

LUCCA. Bagagli già pronti e destinazione definita. Il cantante lucchese Stefano Picchi è in partenza per Montpellier, in Francia, dove inciderà un disco a due voci con Nicholas Reyes, il cantante dei Gipsy Kings, sulla musica di Tonnino Baliardo, il chitarrista del gruppo di Arles che canta in spagnolo con l'accento andaluso.  Ai due esponenti storici della formazione di origini gitane è piaciuto un brano scritto - per musica e parole - da Stefano Picchi ma mai circolato in un cd. Si intitola "Santiago de Cuba".  «Un brano che ho scritto tre anni fa circa - spiega Picchi -, ad oggi inedito. La casa discografica dei Gipsy Kings lo ha avuto dalla mia casa discografica milanese, la Pullmusic. E poi lo ha passato a Nicholas Reyes e a Baliardo, che lo hanno ascoltato e gradito».  È nato tutto così, assicura il cantante lucchese (il cui pezzo "Generale Kamikaze", presentato a Sanremo, ha avuto molto successo), che un anno e mezzo fa ha fondato H-Demia, scuola di arti varie con sede in via del Marginone.  «Parto domani per Montpellier - spiega l'artista lucchese, di trentotto anni - e insieme a me verrà il mio chitarrista, Meme Lucarelli, che suonerà insieme a Baliardo».  Una dose di emozione c'è, e Picchi non la nasconde. «I Gipsy Kings - continua - hanno voluto interpretare il mio pezzo insieme a me. Canteremo insieme "Santiago de Cuba", una canzone che ho scritto perché sono affascinato da questa città. Canteremo una strofa ciascuno: io in italiano, Nicholas Reyes in spagnolo. Il pezzo sarà inserito nel nuovo album dei Gipsy Kings in uscita all'inizio del 2012. Credo che manterrà il titolo originale, anche se sarà inserita all'interno di un cd non mio».  Il pezzo sarà presente anche nel nuovo album di Stefano Picchi in uscita il prossimo anno. Un album innovativo.  «Un disco - spiega infatti l'artista - composto di duetti: io che canto con altri artisti, sia italiani che internazionali».  Una bella esperienza aspetta Stefano Picchi, già reduce - lo scorso luglio - da un tour con il famoso chitarrista e cantante statunitense George Benson.  «Insieme abbiamo suonato in tre date, a Milano, Roma e Napoli - ricorda Picchi - e abbiamo registrato sempre il tutto esaurito. È stata una grande gioia per me, e una grande soddisfazione a livello professionale».  Ora Stefano parte per Montpellier. In valigia, rivela, metterà anche un buccellato. «Ogni volta che vado in trasferta, che vado a lavorare con un artista straniero e in particolare a casa sua, come stavolta, gli porto
sempre un omaggio dalla mia città, Lucca, che niente rappresenta meglio del dolce tipico, il buccellato». E naturalmente, anticipa, «inviterò i Gipsy Kings a venire a Lucca e perché no a esibirsi qui. Sarebbe davvero magnifico».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro