Quotidiani locali

Stasera la crono-sfida nel cuore di Livorno

Equipaggi in lizza nei Fossi in mezzo al tifo dalle spallette: nella notte più lunga la kermesse più affascinante

LIVORNO. Ci siamo: finalmente stasera andrà in scena la 51' Coppa Ilio Dario Barontini, la gara più affascinante e spettacolare del Trittico. Quella di stasera è molto più di una semplice – splendida – regata in notturna lungo il Pentagono del Buontalenti. Nel suo mezzo secolo di storia, la Barontini ha rappresentato ideali di altissimo spessore come libertà, democrazia e dntifascismo. Il tutto, ovviamente, intrecciato allo sport e ai valori della livornesità tipici delle nostre cantine.

Quest'anno, però, la Barontini è pronta a tuffarsi nel futuro, con una novità assoluta che è sicuramente il miglior modo per iniziare la seconda metà di secolo. Con 5 droni in movimento, 2 telecamere fisse e alcune go-pro posizionate sulle gabbianelle che seguono i gozzi, sarà possibile assistere alla gara in diretta. Il video verrà proiettato su un maxischermo nello slargo tra piazza Garibaldi e scali delle Cantine, rivolto verso la Falsa Braga della Fortezza Nuova.

Dopo l'«antipasto» di ieri sera con il 21° Trofeo Edda Fagni per le gozzette a 4 remi degli Under 18 e delle donne, oggi andrà in scena questa splendida gara a cronometro lungo i fossi della città. Circa 3.200 metri tra i quartieri storici di Livorno, con i vogatori che sfrecciano a pochissima distanza dagli spettatori assiepati sulle spallette. Un meraviglioso gioco di luci, rumori, odori ed emozioni per una notte unica e indimenticabile che almeno una volta nella vita tutti i livornesi devono aver vissuto.

La regata inizierà alle 22.15, dopo un omaggio della Coppa Barontini a Livorno che andrà in scena alle 22. Uno ad uno, ogni 5 minuti dagli scali delle Cantine partirà un equipaggio, con ordine inverso rispetto all'arrivo della Coppa Risiatori. Dunque il primo a partire sarà il Labrone, poi il Salviano, l'Ardenza, il San Jacopo, l'Ovosodo, il Pontino, il Borgo e il Venezia, che salperà alle 22.50 circa. E saranno proprio i rossobianchi l'armo favorito: perché vengono dal trionfo della Risiatori e nei fossi non vincono dal 2015, un digiuno lunghissimo per l'Andrea Sgarallino. Il Cavallino Rosso, comunque, dovrà far attenzione al Borgo, che ha dimostrato

di avere un ottimo equipaggio e al Pontino, che gioca in casa e non vince la Barontini dal 1997. Ma lungo i canali può succedere di tutto. Per scoprirlo, non resta altro da fare che andare a seguire la gara sulle spallette, magari mangiando un piatto di cacciucco. (n.c.)

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro