Quotidiani locali

Exit Enter, omini neri e cuori: Livorno si colora e mette in mostra le opere del writer

L'inaugurazione venerdì 8 giugno alla galleria Uovo alla Pop

LIVORNO. Livorno si sta preparando ad una invasione di omini neri, palloncini, cuoricini, scalette, figure stilizzate che ssi tengono per mano. Un occhio, per esempio, nel quartiere Garibaldi e già si vedono in giro i primi segnali di arte urbana che contamina e colora.

Sì, perché sarà proprio il rione bohemienne ad accogliere lo street artist Exit Enter. Fiorentino, pisano, livornese: l’identità dell’artista è misteriosa. Un giallo che sarà svelato - forse - in casa delle “uovas”, Uovo alla pop, appunto. È proprio quella galleria di tendenza sugli scali delle Cantine 36 che ospiterà da venerdì 8 giugno (inaugurazione alle 18)la mostra di Exit Enter “Corrente”, dedicata al tema del lavoro e delle storie portate dal mare.



«La mostra è un omaggio a Livorno, la città dove la corrente e il vento hanno sempre portato di tutto; proprio per questo l’artista interverrà non solo sulle strade ma su pezzi di recupero portati dal mare, trovati in spiaggia, al porto, sui pescherecci. Le opere racconteranno più storie, storie meticce di una città unica, multietnica, aperta a questa corrente di scambi culturali, umani, commerciali, trasformando in segno l'esperienze di Exit Enter legata a Livorno, la sua percezione del mare, serbatoio di voci, discarica di vizi umani e petrolio», spiegano le artiste del collettivo di Uovo alla Pop Valeria Aretusi, architetto e dj, Libera Capezzone, Libertà pittrice, Giulia Bernini, grafica designer e Viola Barbara, poetessa.

Uovo alla Pop si trasformerà pure in residenza d'artista per Exit Enter che nelle neo-inaugurata sede della galleria, risiederà da martedì 5 a giovedì 7 giugno.



«Le storie raccontate nella mostra - continuano - saranno storie di lavoro, con particolare attenzione al lavoro portuale o industriale. Crediamo che Livorno senza dubbio risponderà con curiosità e affetto alle opere del giovane Exit Enter, sia a quelle realizzate in strada sia a quelle esposte a Uovo alla Pop, opere con quel richiamo diretto all’amore e alla libertà, di volare».

L'artista con Uovo alla Pop metterà in mostra alcune opere a tema alla galleria. Alcuni esempi? Pitture realizzate su caschetti da lavoro, su bidoni abbandonati in acqua, ma anche su legno, pezzi di metallo arrugginiti, cassette di pronto intervento.

«Exit Enter - chiudono - oltre alle opere in mostra in galleria, sta organizzando degli interventi d'arte urbana a sorpresa, sparsi negli angoli di tutta la città. Nel frattempo il crowdfunding di Uovo alla Pop per la creazione del primo Festival di street-art a Livorno, da costruire con tanti artisti dell'orbita delle #Uovas, è prolungato con al 12 giugno sulla piattaforma online di Eppela».

L'evento sarà anche una occasione per vedere i premi che Uovo alla Pop ha preparato per i sostenitori del crowdfunding e per continuare a contribuire alla donazione.

Francesca Suggi

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro