Quotidiani locali

21 anni di storia

Incessante come il loro cuore: ecco il nuovo show dei Mayor Von Frinzius

Livorno, due date al Goldoni per la compagnia teatrale inclusiva di Lamberto Giannini: e il Tirreno vi racconta lo spettacolo

LIVORNO. Si chiamerà “Incessante” – come un cuore che batte e come l’impegno che da 21 anni unisce la compagnia guidata da Lamberto Giannini – il nuovo spettacolo della Mayor Von Frinzius che andrà in scena la sera del 24 maggio al Goldoni (con replica il 25).

Ma più che una compagnia quella che si vede all’opera è una vera folla che invade il palcoscenico: quasi una novantina i componenti del gruppo e questa volta in quattro alla regia, oltre allo stesso Giannini, ci sono Aurora Fontanelli, Cecilia Daniselli, Rachele Casali e Giuditta Novelli.



A fare gli onori di casa ieri al Goldoni per la presentazione del nuovo lavoro è stato il direttore del teatro Marco Leone che ha ricordato come la Mayor sia l’unica compagnia residente nel grande teatro cittadino. «Questo dimostra – ha detto – quanto sia l’affetto e il riconoscimento per il vostro lavoro e per i vostri spettacoli così intensi e pieni di vita».

«Abbiamo scelto questo tema – spiega il regista Giannini anima e motore instancabile della Mayor - per esprimere il nostro modo di vivere il teatro, sempre a ritmo veloce in scena e fuori. Produciamo tanto, non ci stanchiamo mai: i ragazzi e le loro famiglie sono sempre disponibili a cambiare in corsa orari e giorni di prova. Crediamo nell’idea di un teatro che sia esperienza».

«In questi anni – continua - abbiamo avuto tante soddisfazioni. A Livorno abbiamo partecipato a tanti eventi, ma ormai ci cercano anche da fuori. Prima del debutto a Livorno faremo “Incessante” in un’anteprima a Monza dove siamo stati selezionati in concorso al festival “Lì sei vero” e poi in autunno lo porteremo per quattro volte a Roma».

Giannini ha ricordato gli sponsor principali della Mayor cominciando dai fratelli Giorgio e Claudio Chiellini.

Poi sono intervenuti i rappresentanti degli altri: Angelo Scuri del Credito Cooperativo di Castagneto ha sottolineato coma la Mayor porti avanti un progetto consistente e rappresentativo del territorio; Cristina Fiorilli dell’Asa ha detto che è un privilegio sostenere la compagnia e che assistere ai suoi spettacoli è come guardarsi allo specchio e capire come i nostri limiti possano diventare una ricchezza.

Per la Regione c’era Francesco Gazzetti che si è detto orgoglioso perché il lavoro del gruppo guidato da Giannini rappresenta un vanto per la comunità.

Ma dopo le parole i ragazzi della Mayor si sono presi la scena e sono saliti sul palco per presentare alcuni brani di “Incessante”, ancora con pochi costumi e pochi oggetti. Con Giannini che al microfono urlava i suoi ordini si assisteva ad una prova aperta con un’alternanza di scene di movimento a cui tutti partecipavano - attori disabili e "normaloidi" come li chiama il regista - con uguale senso del ritmo e voglia di divertirsi, a brani più riflessivi. Un mix perfetto che più di una volta si è trasformato in momenti di autentica poesia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro