Quotidiani locali

Commedie e cabaret 40 candeline per Spazio Teatro

La compagnia livornese presenta la nuova stagione Si comincia con “Sezione G” di Emiliano Geppetti   

LIVORNO. Quarantesima stagione per la storica compagnia livornese Spazio Teatro che per l'occasione ha presentato un cartellone di altissimo livello. Si comincia l'11 e il 12 novembre con "Sezione G" di e con Emiliano Geppetti con testi di Giorgio Gaber per chiudere il 7 e l'8 aprile con "50 sfumature di Tiziana", spettacolo cucito addosso all'attrice Tiziana Foresti, accompagnata dalla chitarra di Antonio Delpero, dalla regista e direttrice artistica di Spazio Teatro Simonetta Del Cittadino.

Con testi presi da Fo, Rame, Dacia Maraini, Benni, Euripide e altri autori che rappresentano la donna in tantissime sfumature appunto: buona e cattiva, madre, musa ispiratrice, brigantessa . Alla presentazione del cartellone anche l'assessore Francesco Belais con il suo motto: «Spegnete la tv e andate al teatro, perché frequentarlo fa bene e dà anche un grande impulso all'economia». Ricordando poi il buono stato del teatro a Livorno: «Abbiamo tantissime realtà e nuovi spazi come Villa Mimbelli e la Casa della Cultura che ha un'arena al piano terra».

Tutti gli spettacoli di Spazio Teatro si svolgeranno, come ormai dal 1996, al Cral Eni (Arteatro) di via Ippolito Nievo 38. Ma la ricorrenza dei quarant'anni verrà festeggiata, grazie al Rotary, alla Goldonetta, esattamente dove nacque la compagnia per merito di Giorgio Fontanelli, nel 1978. In scena il classico e amatissimo "Borghese gentiluomo" di Molière. «Un'offerta impegnata ma leggera - ha spiegato Del Cittadino - con opere di vario genere che crediamo vadano in contro ai gusti degli spettatori».

Spettatori che sembrano gradire non poco l'offerta artistica di Spazio Teatro visto che sono 550 i soci e 600/700 la media di presenze a spettacolo dello scorso anno. E che sono già in attesa di una vera chicca in programma il 9 e il 10 dicembre: "La dodicesima notte" capolavoro di William Shakespeare per la regia di Mark Eaton con soli uomini in scena come avveniva all'epoca del teatro elisabettiano.

«Shakespeare è un classico che fa paura e c'è molta riverenza e diffidenza nei confronti elle sue opere, inoltre uomini che interpretano donne - ha spiegato Eaton - è un'operazione rischiosa a Livorno per via della tradizione del vernacolo. Ma voglio far capire con questo commedia quanto invece sia comprensibile e divertente per chiunque». Sul palco saliranno tra gli altri Giuseppe Puglisi, Stefano Toscano, Dario Greco, Edoardo Ripoli e Marco Bruciati, consigliere comunale di Buongiorno Livorno, insegnante e attore. Meravigliosi i costumi di scena forniti come sempre da "Costumeria Panciatici". Che vestiranno anche i membri del gruppo di musica rinascimentale romano che per tutta l'opera accompagnerà le scene. Il primo sipario però si alzerà, come detto, per l'inedito "Sezione G. Ed è più bella anche la scuola".

L'idea è di Emiliano Geppetti con Carlo Bosco (entrambi Gari Baldy Bros), Raffaele Commone, Fabrizio Balest e con la partecipazione di Simonetta Del Cittadina.

I testi e le musiche sono di Giorgio Gaber, un brano postumo dove il grande artista diceva «Non insegnate ai bambini, non divulgate illusioni sociali. Non gli riempite il futuro di vecchi ideali. L'unica cosa sicura è tenerli lontani dalla nostra cultura». Il brano è un monito agli adulti affinché l'innocenza non venga mai 'sporcata' da una morale sbagliata o distorta. Un allestimento originale e diverso, "uno slancio verso il cambiamento". Il 13 e il 14 gennaio "Santamauro Subito" di e con Stefano Santamauro, cabaret labronico "pulito" di un artista in grande ascesa. Seguirà "Il Barbiere di Siviglia" della Compagnia Lirica Livornese (3-4 febbraio) con Rosina interpretata dalla bravissima e livornese Maria Salvini con riduzione al pianoforte di Laura Pasqualetti, la migliore pianista toscana in circolazione che ha lavorato anche con il Maestro Muti. Il 23-24 e 25 febbraio
sarà la volta di "A piedi nudi nel parco" per la regia di Simonetta Del Cittadino e la scenografia di Enidio Bosco, con Lara Gallo, Renzo Guddemi, Gabriella Pacinotti e Stefano Toscano. Chiusura con "50 sfumature di Tiziana". Il cartellone sarà promosso nelle scuole.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics