Quotidiani locali

Torna il cannocchiale e da Montenero il panorama si avvicina 

A pochi passi dal santuario inaugurato un nuovo punto di osservazione: l’apparecchio funzionava con un euro

LIVORNO. Uno sguardo dal monte: è quello che offre su Livono il cannocchiale panoramico a moneta appena installato a Montenero, a pochi passi dal Santuario, e non lontano da dove sino ad alcuni anni fa si trovava un apparecchio praticamente analogo che parecchi livornesi (e non solo) sicuramente ricorderanno. La vista del panorama livornese dall’alto è stata infatti per diverso tempo, a partire dagli anni’60, uno degli appuntamenti preferiti per quanti salivano a Montenero Alto, soprattutto nei giorni festivi, per sostare al Santuario mariano, per visitare le Grotte (purtroppo chiuse ormai dal 2002), per andare al ristorante oppure semplicemente per un bel gelato con la famiglia o con gli amici: infilare una monetina nel cannocchiale, salendo magari sulla pedana, quando si era bambini, per ammirare Livorno ed il suo mare dalla terrazza di Montenero ha fatto insomma parte per lungo tempo dei riti domenicali d’un tempo nemmeno troppo lontano. L’apparecchio odierno, un Teleskop 100 di fabbricazione tedesca e funzionante a moneta (un euro), è stato installato a cura dell’associazione culturale “Past in Progress”, presieduta da Carolina Megale, avvalendosi anche del contributo di due mecenati che hanno voluto restare anonimi: «È un grande regalo che l’associazione vuole fare ai cittadini di Livorno ed ai turisti che poi vorranno scoprire la nostra città». Nell’ambito del progetto “Curiocity” (che coinvolge anche Livorno) un cannocchiale analogo sarà poi piazzato sulla Torre di Populonia. All’inagurazione, oltre a Carolina Megale, il professor Giorgio Mandalis, presidente dell’associazione “Livorno come era”, Paola Meschini, dirigente del settore cultura del Comune, e l’assessore Francesco Belais: «Questo cannocchiale, che è stato una presenza storica qui a Montenero e che anch’io ricordo bene, è un piccolo grande oggetto che riporta l’attenzione anche turistica su questo luogo,
non soltanto per il turismo religioso, che attira tantissime persone da tutta la Toscana, ma pure per la caratteristica di salire con la funicolare, per il panorama di Livorno ed anche per il Famedio. È insomma un piccolo grande oggetto che credo farà molto piacere rivedere in funzione».”

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie