Quotidiani locali

tra parate, cortei e eventi d'epoca: la mappa

Difesa di Livorno, il Gran ballo risorgimentale è alla Terrazza

Livorno, tra parate, celebrazioni e cortei ecco la tre giorni di eventi in ricordo di quella battaglia del 1849 con cui i livornesi difesero la loro città dagli austriaci

LIVORNO. Quella battaglia del 1849 con cui i livornesi difesero la loro città dagli austriaci è rimasta nella storia. Una storia tutta da celebrare, come sempre dal comitato livornese per la Promozione del Risorgimento che da oggi fino a sabato ha organizzato tutta una serie di iniziative in omaggio alla “celebrazione della difesa di Livorno del 10-11 maggio 1849”. Gli eventi sono promossi dal comitato con il Comune, il Presidio Militare e numerosi altri enti ed istituzioni.
In programma momenti istituzionali in ricordo del contributo dato dalla città al Risorgimento italiano, ma anche numerose iniziative collaterali.


Le celebrazioni da piazza San Marco. Per ricordare la battaglia che i livornesi combatterono il 10-11 maggio 1849 contro gli austriaci, chiamati dal Granduca Leopoldo II per domare Livorno “città ribelle”, si svolgeranno eventi venerdì 12 maggio da piazza Bartelloni a piazza del Municipio. Alle 9.45 ritrovo in piazza Bartelloni (Porta San Marco), che fu teatro della difesa risorgimentale. Parteciperanno 437 studenti delle scuole della città di ogni ordine e grado; ciascuno indosserà una fascia tricolore. Qui avranno inizio le celebrazioni con l’alzabandiera e i saluti delle autorità. Interverranno l’assessore Andrea Morini, delegato dal sindaco, ed il presidente nazionale per il Risorgimento Fabio Bertini. In programma la deposizione di una corona alla lapide ai Caduti. Ospite della celebrazione sarà Anita Garibaldi, pronipote dell’Eroe dei Due Mondi che presenzierà alle cerimoni,e a sottolineare lo stretto legame storico tra Livorno e Roma, quando nelle stesse giornate del 1849 Garibaldi fu l’anima della difesa romana dall’assedio francese. Il corteo dei partecipanti, accompagnato dalla fanfara dell’Accademia Navale , si trasferirà in piazza Garibaldi (alle 10.15 ) dove sarà deposta una seconda corona alla statua dell’Eroe dei Due Mondi. Alle 10.40 trasferimento in Fortezza Nuova per la deposizione di una corona al busto di Giuseppe Mazzini. Alle 10.50 le celebrazioni continueranno a palazzo granducale con la partecipazione del presidente della Provincia e del presidente del Comitato Livornese per il Risorgimento. Alle 11.20 le cerimonie si concluderanno a palazzo comunale, nella sala del consiglio, dove si ritroveranno tutte le rappresentanze intervenute.


Dal teatro al Gran ballo. Sabato 13 maggio alle 11 a villa Mimbelli andrà in scena “Benvenuti a villa Mimbelli”, un suggestiva performance teatrale con Alessandra Donati e Claudio Monteleone.
Ambientato sia all’interno della villa che nel suo parco, lo spettacolo vedrà gli “antichi proprietari” della villa, Francesco Mimbelli e Enrichetta Rodocanacchi, accogliere i visitatori per essere condotti alla scoperta del palazzo e delle opere d’arte che custodisce. (Posti limitati, info 3925671340, biglietto 8 euro). Alle 12, sempre a villa Mimbelli si potrà assistere ad un “assaggio” del Gran ballo risorgimentale con 6 coppie di ballerini che si cimenteranno in valzer e quadriglie nella bellissima cornice della Sala degli Specchi, un tempo adibita a sala ballo. Nel pomeriggio (alle 16.40) promenade di ballerini in costume ottocentesco. Oltre 120 ballerini, provenienti da tutta Italia, partendo da villa Mimbelli sfileranno in via Malta per raggiungere la Terrazza Mascagni. In via Malta saranno accolti da una folta schiera di bambini delle scuole Bartolena e Brin in costume garibaldino (maglia rossa con foulard e cappellino) che sventoleranno bandierine tricolori e accompagneranno i danzatori fino al mare. Alle 17.15 Gran ballo risorgimentale in costume alla Terrazza Mascagni. L’iniziativa, a cura del circolo livornese della “Società di Danza”, prevede la rievocazione di un gran ballo ottocentesco, così come venivano organizzati da patrioti e cittadini per festeggiare le conquiste risorgimentali. Daranno vita al gran ballo 120 danzatori provenienti da circoli della Società di Danza di numerose città italiane e quaranta studenti del Liceo Cecioni di Livorno appositamente preparati.


Il patrimonio del parco e di San Jacopo. Domenica alle 10 visita guidata al parco di villa Mimbelli con esperti del museo di storia naturale e del gruppo botanico di Livorno. Valerio Lazzeri (esperto botanico) insieme ad Irene Strati (esperta naturalista) condurranno nel tour “Villa Mimbelli: dall’800 esotico all’ecosostenibilità attuale” alla scoperta del ricco patrimonio arboreo del parco. Alle 15.30,

a cura delle Guide Labroniche, è prevista una visita guidata alla scoperta del quartiere di San Jacopo, sede della villeggiatura ottocentesca e residenza di Nazioni. (Info e prenotazioni 3490057410 – 3478019682). Punto di ritrovo: piazza Modigliani (sotto la statua di Nettuno).
 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics