Quotidiani locali

TEATRO DELLE COMMEDIE

Grande festa e la stagione riparte tra palco e musica

LIVORNO. Al via il primo finesettimana di programmazione della nuova stagione del Nuovo Teatro delle Commedie. Un weekend all'insegna del teatro e della musica che anticipa una stagione che...

LIVORNO. Partirà venerdì 30 settembre il primo finesettimana di programmazione della nuova stagione del Nuovo Teatro delle Commedie. Un weekend all'insegna del teatro e della musica che anticipa una stagione che abbraccia ambiti culturali e pubblici diversi.

L’ultimo venerdì di settembre si aprirà con il Countdown party dalle ore 20 con un aperitivo musicale a cura di Pilar, il bar del teatro. Ad animare la prima parte della serata saranno alcuni protagonisti della prossima stagione - Stefano Santomauro, Michele Crestacci e Paola Pasqui - con brevi intramezzi comici, e una breve dimostrazione di tango a cura di Gabriele Sassetti e Barbara Taccini. A seguire Pilar Ternera presenterà “Proposta di Matrimonio”, secondo atto della sua ultima produzione “Ho un vizio al cuore”, dai tre atti unici di Cechov. La serata continuerà con Countdown party, che vedrà alternarsi quattro dj un'ora ciascuno per quattro generi diversi, con una line up che va dalle sonorità balcaniche, la rumba e la cumba di SpinaTrash, gli anni Ottanta con Pj D'Angelo, per continuare con Dario Rovai e i successivi anni Novanta e Duemila e concludere con Scary Grant e le sonorità dun ed elettrohouse. Nella sala degli asili notturni poi, organizzata dal corso di tango del Ntc, ci sarà la Milonga.

Il foyer del teatro, in occasione del lancio della stagione, che vedrà sempre di più una commistione tra le arti, ospiterà la mostra fotografica di Martino Chiti, “Siamo anche Livornesi”, progetto che guardando all'esperienza che fu “Casting Livorno” ritrae la Livorno dei migranti di seconda generazione.

Il weekend e la prossima settimana, invece, vedono il ritorno in scena di Pilar Ternera con la sua ultima produzione "Ho un vizio al cuore" dai " Tre Atti Unici" di Anton Cechov, con la regia di Francesco Cortoni con Alessia Cespuglio, Francesco Cortoni, Elisa Ranucci e Marco Fiorentini. Lo spettacolo ha debuttato la scorsa primavera all'interno di Teatri di Confine, rassegna promossa da Fondazione Toscana Spettacolo riscuotendo un bel successo di pubblico, con il tutto esaurito.

Cechov definiva I tre atti unici "scherzi". Questi personaggi altro non sono se non delle burle, figure a metà che suscitano la risata perché prive di sfumature. Sono in bianco e nero, incapaci di attingere alla tavolozza dei grandi sentimenti che li potrebbe trarre in salvo. In fin dei conti, fanno ridere perché sono incapaci di comunicare, di capire quello che capita, di governare la propria vita e farle prendere una piega diversa. In questa assoluta incapacità - spiegano gli organizzatoir - c'è tuttavia una condizione contemporanea e attuale che vale la pena indagare a piene mani e che ce li fa affrontare con un po' di inquietudine: «E se fossimo noi personaggi a metà e in bianco e nero? Allora chi avrebbe il coraggio ancora di scherzare?».

Anche quest'anno, poi, sarà attivo dal giovedì alla domenica e durante tutti i giorni di programmazione, il servizio ristoro del bar Pilar,

con taglieri, panini e dolci.

La serata dell'inaugurazione sarà a ingresso gratuito.

Prevendite per “Ho un vizio al cuore”, ingresso 8 euro, disponibili online sul sito www.nuovoteatrodellecommedie.it. Prenotazioni al numero 0586 1864087, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista