Quotidiani locali

calcio giovanile 

Pro Livorno Sorgenti: parte la carica dei 500

Presentate tutte le squadre del vivaio, dagli juniores fino ai baby 2012. «Cinque stagioni da favola, e non finisce qui»

LIVORNO

La carica dei 500. Tutti quelli che, dalla Scuola Calcio alla Prima squadra, hanno scelto la Pro Livorno Sorgenti per la stagione 2018-19 si sono ritrovati al campo Magnozzi per l’ormai tradizionale festa di presentazione. Tanti ospiti, pubblico folto sugli spalti, ma soprattutto la sfilata dei giocatori di tutte le categorie della grande famiglia biancoverde. Comincia una nuova avventura, una lunga annata sportiva che porterà i colori della Pls sui campi della Toscana, e magari oltre.

Il via alle danze lo hanno dato gli Juniores regionali con la vittoria interna per 3-0 ai danni dell’Africo nella prima giornata del campionato Elite; la Prima squadra, invece, è andata in bianco ad Aulla contro il Montignoso, ma è solo l’inizio di un cammino avvincente in cui le difficoltà sono messe nel conto e gli ostacoli non sono mai barriere, bensì stimoli per crescere. A tutti livelli: quello tecnico e quello umano, educativo.

Domenica scatterà il campionato anche per i Giovanissimi regionali e poi a seguire per tutte le altre categorie, compresi gli Allievi Elite di mister Dario Giachini che debutteranno il 23 settembre in casa contro l’Atletico Lucca.

La festa inaugurale della stagione, presentata dalla giornalista Martina Parigi, ha accolto ospiti come Carina Vitulano e Fulvio Pea. Il nuovo direttore tecnico del settore giovanile del Livorno Calcio afferma: «La Pro Livorno Sorgenti è una società affermata sul territorio, con a capo dei veri professionisti e con allenatori molto preparati. L’elevatissimo numero di tesserati testimonia la serietà della società. Questo è un centro sportivo sempre molto attivo ed è un segnale molto positivo per chi fa calcio. Per una società professionistica come il Livorno è perciò interessante essere presenti alle iniziative della Pro Livorno Sorgenti».

A fare gi onori di casa, assieme a tutta la dirigenza biancoverde, c’è il ds Marco Braccini, che traccia la linea: «Veniamo da cinque stagioni meravigliose, ma il calcio obbliga a guardare avanti e noi sentiamo già l’adrenalina per affrontare la nuova annata sportiva. La linea di continuità che va dalla Scuola calcio alla Prima squadra è il senso di appartenenza, il sentirsi Pls. Questa è una società importante, ma anche un grande punto di ritrovo, dove i ragazzi trovano un rifugio

sereno e positivo in una società che ha perso certi valori. Quanto ai numeri, dal 2012 alla Prima squadra abbiamo 496 tesserati; sommando la leva del 2013 superiamo quota 500, registrando una crescita vertiginosa. Ma noi pensiamo a colmare i nostri limiti e migliorarci sempre». —

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro