Quotidiani locali

Vai alla pagina su Livorno Calcio
È già una  Primavera calda «Bel gruppo per tornare tra i big»

As Livorno Calcio

giovanili 

È già una Primavera calda «Bel gruppo per tornare tra i big»

Pea svela i nomi e i piani tecnici: «Faremo il 3-5-2 in sintonia con Lucarelli» E intanto i baby vincono la Toscana Football Cup asfaltando (3-0) Siena in finale

LIVORNO

La Lega B ha ancora bisogno di tempo, ma nello spogliatoio della Primavera amaranto nessuno è rimasto seduto ad aspettare. E se le novità sui gironi e calendario stentano ad arrivare, da un mese la squadra di Juriy Cannarsa lavora invece a pieno ritmo per preparare al meglio il rientro sul palcoscenico più importante del calcio giovanile italiano. Certo, rispetto a qualche anno fa lo scenario è cambiato ed è stata introdotta la distinzione tra i tornei Primavera 1 e Primavera 2, con relativa suddivisione delle società di serie A e serie B; ma è chiaro che anche a livello giovanile il Livorno è finalmente tornato a contatto con il calcio che più conta, e soprattutto è tornato a potersi confrontare con il contesto in cui meglio si impara a diventare professionisti.

Ne è convinto anche il nuovo direttore tecnico Fulvio Pea, che con grande professionalità ha preso in mano l'intero settore: ‹‹La squadra è al lavoro dal 26 luglio e ora, dopo una prima solida fase di preparazione, è impegnata in una serie di amichevoli e tornei. I ragazzi hanno inizialmente affrontato squadre di Eccellenza, ma adesso è giunto il momento di vedersela con i pari età: si tratta di test molto significativi per comprendere il potenziale con cui abbiamo a che fare››.

E i segnali incoraggianti non sono mancati: se ne sono visti in questi giorni durante la Toscana Football Cup di Altopascio, che il Livorno ha conquistato superando in finale la Robur Siena (3-0) con reti di Canessa, Malandruccolo e Balleri, e se ne vedranno sicuramente altri sabato 1 settembre, quando gli amaranto a Rosignano sfideranno in un triangolare i padroni di casa e la Lucchese.

‹‹Attualmente stiamo lavorando con 21 elementi››, spiega Pea, ‹‹quindi con una rosa ancora molto estesa; questa fase servirà a rifinirla, ma servirà anche a raggiungere altri obiettivi: da una parte è necessario far acquisire il ritmo partita ai ragazzi che meno hanno giocato nella scorsa stagione, dall'altra si tratta di prendere piena confidenza con il 3-5-2, il modulo mediato dalla prima squadra››.

Si comprende così che il gruppo è stato in larga parte costruito su ragazzi cresciuti nel vivaio amaranto, ma anche che non mancano ritorni e novità di rilievo. Tra i pali troveranno spazio Di Chirico e Mariani, mentre per la linea difensiva Cannarsa potrà scegliere tra vecchie conoscenze come Balleri, Del Bravo, Casanova, Santini, Salvadori, Fremura e Petri (reduce da una bella esperienza nella nazionale Under 17) ma anche tra elementi rilevati da altre società come Milani (Spezia) e Focardi (Prato).

‹‹A centrocampo - continua Pea - ‹abbiamo di nuovo a disposizione ragazzi come Bardini, Pini e Piccioni, mentre il gruppo degli attaccanti, che include ancora Alesso, Malandruccolo e Fornaciari, beneficerà dell'arrivo di Samuel Nezha e del ritorno di Alessio Canessa. E poi un discorso particolare va fatto per Thomas Romboli, ormai stabilmente aggregato alla prima squadra: in lui vedo già un grande professionista››.

Ed è del resto probabile che possano essere anche altri, oltre a Romboli, i ragazzi chiamati nel corso della stagione a respirare l'aria dello spogliatoio

guidato da Cristiano Lucarelli.

Le ultime parole sono per mister Cannarsa, per il quale Pea prevede un futuro roseo: ‹‹È un tecnico molto preparato ed equilibrato. Sono convinto che col tempo possa diventare un allenatore importante anche nel calcio dei grandi››. —

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro