Quotidiani locali

Vai alla pagina su Livorno Calcio
Livorno, debutto con sorpresa A Pescara rivoluzione in difesa

As Livorno Calcio

AMARANTO 

Livorno, debutto con sorpresa A Pescara rivoluzione in difesa

Gasbarro e Bogdan sono out, Dainelli riprende oggi ma non sarà rischiato E ora Lucarelli deve puntare tutto su Gonnelli, Di Gennaro e Albertazzi 

LIVORNO

Ci sono i progetti. E poi c’è la realtà. Diciamo pure che Cristiano Lucarelli aveva in mente un Livorno diverso per il gran debutto di domenica (ore 18) a Pescara. Soprattutto davanti a Mazzoni.



L’ipotetica difesa a tre titolare è tutta fuori uso. Gasbarro continua a lavorare a parte e per ora non si parla di rientro, Bogdan fa soltanto terapie dopo la brutta distorsione alla caviglia e si aggregherà al gruppo (se va bene) nel periodo della sosta. Chi sta un po’ meglio è Dainelli il cui problema muscolare è quasi del tutto smaltito, con l’ex Chievo che da oggi si unirà al gruppo; ma immaginarlo in campo domenica è quasi impossibile, anche perché dopo c’è la sosta e non è il caso di rischiare.



E così Lucarelli deve trasformarmi in giocoliere. L’idea di passare alla difesa a 4 per ora non è presa in considerazione. Si lavora dunque per una difesa inedita che sarà composta da Gonnelli sul centrodestra, Di Gennaro centrale e Albertazzi sul centrosinistra. O così o pomì. L’unico jolly può diventare Iapichino che tutto sommato da difensore non ha giocato male, mentre l’esperimento Soumaoro è abortito visto che nelle amichevole ha fatto diversi danni in questa posizione.



Dunque oggi si torna al lavoro. CL99 dovrà valutare anche Giannetti ma soprattutto Diamanti. Entrambi hanno giocato l’amichevole contro la Pro Livorno Sorgenti, ma si è trattato di un test soft. Se Giannetti ci sarà al 90%, sono più basse le chance di vedere a Pescara subito dall’inizio anche Diamanti. Anche se Alino scalpita e ha accorciato i tempi di rientro.



Intanto è andata in archivio la prima giornata e qualche segnale è già arrivato. Molti i pareggi a dimostrazione di un forte equilibrio, alcune squadre (tipo il Cittadella) sembravano da bassifondi e invece hanno iniziato alla grande, altre sembravano destinate a divorarsi gli avversari (tipo Verona o Crotone) e invece sono andate subito in difficoltà. Comunque il Livorno se la può giocare, questo è sicuro.

Il tutto aspettando la sentenza del 7 settembre, quando capiremo se la serie B resterà a 19 squadre oppure tornerà a 22. Se torna a 22, il Livorno rimette circa 700 mila euro ma è evidente che entrano nel gruppone altre tre squadre che si dovranno sudare la salvezza, per cui le chance aumentano. Insomma, per certi versi non sarebbe poi un disastro (anzi...) se riportassero su

magari Siena, Ternana e Pro Vercelli.



Ricordiamo che dopo la partita di Pescara, ci sarà subito la prima sosta del campionato. La partita successiva il Livorno debutterà in casa col Crotone ma occhio perché si gioca di lunedì (17 settembre) alle ore 21. —



TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro