Quotidiani locali

calcio giovanile 

Memorial Vitulano, ricordi e show finale allo stadio per la 10ª edizione

Il torneo scatta oggi con la novità delle qualificazioni, il clou nel prossimo weekend In campo 8 squadre Under 17: Livorno nel girone con Fiorentina, Atalanta e Torino

LIVORNO

Decimo traguardo per il Memorial Miguel Vitulano. Con le partite di preview prende il via oggi il torneo di calcio giovanile intitolato all’indimenticato attaccante amaranto scomparso prematuramente nel 2009, manifestazione che da allora costituisce un importante banco di prova per le nuove generazioni di calciatori e magari per scoprire qualche campione dell’immediato futuro. A presentare la nuova edizione del Memorial sono intervenuti - nel salone delle cerimonie di Palazzo Civico - le tre figlie di Miguel, Nadia, Caterina e Carina Vitulano, che da dieci anni si impegnano nell’organizzare la manifestazione sportiva, insieme a Mario Fracassi (Coni provinciale), Edoardo Agretti (delegazione Figc), Alessio Simola (presidente dell’Associazione italiana arbitri di Livorno) e l’assessore allo sport Andrea Morini.

«In questi ultimi anni - spiega Morini - c’è stato un grande sforzo e l’amministrazione ha dato un maggiore supporto, anche economico, affinché la decima edizione si potesse svolgere nel migliore dei modi. In questo torneo riservato agli Under 17 ci sono tutte le eccellenze del calcio: a parte l’Inter e la Juventus, non manca altro e credo che questo sia il migliore omaggio alla figura di Miguel. Nel calcio dei giovanissimi c’è già un livello tecnico notevole, ma c’è ancora la possibilità di lavorare sulle persone affinché ci siano, in futuro, dei calciatori ma soprattutto degli uomini come Miguel».

La principale novità di questa edizione del Memorial è rappresentata, come accennato in precedenza, dal torneo preview suddiviso in due gironi (A e B) che si disputa sui campi dell’Oltrera (Pontedera) e del Limite e Capraia (Firenze), raggruppamenti che vedranno sfidarsi sei squadre Under 17 (Pontedera, Oltrera e Pisa da una parte, Limite e Capraia, Siena e Pistoiese dall’altra). La vincitrice giocherà poi con le sette squadre più blasonate, di serie A e B, che quest’anno vedono l’assenza di Inter (campione nella scorsa edizione) e Juventus (vincitrice per tre volte, nella prima, seconda e settima edizione). Scenderanno così in campo - nel prossimo weekend - l’Empoli, il Genoa, il Parma (tutte e tre nel girone A, completato dalla vincente delle qualificazioni), la Fiorentina, l’Atalanta, il Torino e ovviamente il Livorno (quest’ultime quattro fanno parte invece del gruppo B).

Le difficoltà non sono mancate, ma sono state risolte con dedizione e spirito collaborativo. «Come ogni anno – racconta Caterina Vitulano – anche questa edizione è arrivata con tanta fatica. A una settimana dalla preview è saltata la partecipazione del Prato, ma abbiamo avuto la fortuna di ricevere subito il sì dal Pisa, che ringraziamo per aver dato una risposta non semplice avendo appena cominciato la preparazione. Dispiace poi che, anche quest’anno, dobbiamo andare a giocare qualche partita fuori Livorno: ringraziamo l’Oltrera per averci messo a disposizione il campo sia per il preview che per il torneo vero e proprio».

Un bel raggio di luce per questa decima edizione del Memorial Vitulano è però scaturito dall’opportunità di poter disputare la finale del torneo allo stadio, grazie al turno di riposo che osserverà il Livorno

proprio in apertura del campionato di serie B. «Qualcuno dall’alto è intervenuto – commenta l’assessore Morini – c’era il rischio che per l’ennesima volta l’Armando Picchi non fosse disponibile per ospitare la finale. Così non è stato e qualcuno applaudirà da lassù». —



TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro