Quotidiani locali

Livorno, via alla campagna abbonamenti: in curva 145 euro - I prezzi

Livorno, via alla prelazione, tessere in promozione fino al 31 agosto: gradinata a 250. C’è qualche aumento: la Nord costa 50 euro in più rispetto all’ultima serie B

LIVORNO. “Baciami Ancora” con le due lettere iniziali in maiuscolo, e tinte d’amaranto, e Igor Protti che bacia la coppa di Serie C. Se non sono dei buoni auspici questi, poco ci manca. Partirà domani la campagna abbonamenti per la prossima stagione e, dopo la ventata di entusiasmo arrivata in seguito al ritorno di Cristiano Lucarelli, il Livorno chiama a raccolta i tifosi. Il Picchi è stato fondamentale l’anno scorso per tornare in B, ma per il prossimo campionato dovrà esserlo ancora di più. Le trasferte saranno lunghe e difficilissime, perciò buona parte dei punti gli amaranto dovranno farli in casa. Ma per farlo c’è l’assoluto bisogno del dodicesimo uomo e la società, per questo, ha lanciato la campagna per la sottoscrizione delle tessere stagionali.

Si vai dagli 85 euro, in promozione per gli under 14 in curva, ai 1.050 euro per un abbonamento intero in tribuna vip. Nella Nord il prezzo standard di listino è di 200 euro, ma fino al 31 agosto si può acquistare l’abbonamento in promo a 145 (115 per donne, under 18, diversamente abili e over 65 ). In gradinata, invece, l’intero costa 250 euro (300 dal 1° settembre), ridotto 165 e 105 per gli under 14. Variabili, come sempre, quelli della tribuna che passano dai 370 della laterale ai 575 dei settori centrali, fino ai 705 per la tribuna vip: tutto ciò, ovviamente, fino alla fine del periodo di promozione.

In curva, dunque, una partita costerà circa 7 euro, mentre in tribuna 12. Rispetto all’anno scorso, come era facile da prevedere, i prezzi sono aumentati e questo sia perché siamo saliti di categoria, sia perché di partite i tifosi amaranto ne vedranno tre in più rispetto allo scorso campionato. Erano 19 le squadre nel girone A della serie C, sono 22 quelle iscritte alla prossima serie B. Certo, la differenza economica non è irrilevante, specialmente per le famiglie che sottoscrivono più di un abbonamento (e che, rispetto al passato, non godranno di nessuna riduzione familiare), ma bisogna considerare lo spettacolo che i livornesi si godranno da fine agosto in poi. All’Ardenza, infatti, arriveranno squadre come Palermo, Venezia, Perugia e Verona, che non possono neanche reggere un paragone con Gavorrano, Cuneo o Arzachena.

Un aumento, però, si riscontra anche e soprattutto andando a guardare i prezzi dell’ultimo campionato di serie B del Livorno: nel 2015/16 in curva un abbonamento costava 95, oggi 50 euro di più. Ma i tifosi amaranto, forse, saranno disposti a pagare una cifra maggiore con Lucarelli in panchina e Protti in società, anziché spendere meno ma rivedere uno come Pinsoglio tra i pali.

Come ogni anno, la campagna sarà divisa in due. Da lunedì 9 luglio al 21 luglio andrà in scena la prelazione per i vecchi abbonati, mentre tutti gli altri potranno sottoscrivere tessere per i seggiolini non occupati. Dal 25 luglio, invece, la vendita sarà libera per tutti. Per abbonarsi, presentando triglia card o supporter card e un documento d’identità, si può andare al “Punto Amaranto” dello stadio (orario 10-12 e 15-18 dal lunedì al venerdì, il sabato 10-12), al Chiosco Livorno del centro commerciale Fonti del Corallo (orario 9-19), all’agenzia Goldbet di via Cestoni (orario 15.30-20.30), al TotoTerzo in piazza Mazzini (orario 9-13 e 15.30-19.30) o nei vari club amaranto. Grazie all’accordo tra Livorno e Cofidis, infine, sarà possibile dilazionare il pagamento senza costi aggiuntivi né interessi, con la formula “PagoDil” tramite Pos. Insomma, adesso che è stato scelto l’allenatore e che sono stabiliti i prezzi degli abbonamenti, spetterà alla società e ai tifosi fare la propria parte. Dopo anni di 3-4mila abbonamenti, stavolta l’obiettivo è di raggiungere almeno i 6mila.



 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro