Quotidiani locali

LA PROSSIMA SERIE B 

Tre club rischiano di non iscriversi

Cesena spacciato, Foggia ad alto rischio, solo il Bari si può salvare

LIVORNO. Un terremoto può sconvolgere i quadri della serie B. Sono tre le società che rischiano di non partecipare al prossimo campionato cadetto sebbene ne abbiano acquisito il diritto sul campo. Sono Bari, Foggia e Cesena.

Partiamo dai Galletti biancorossi. Estromessi dai playoff, si sono subito dovuti occupare di spinose questioni finanziarie visto il disavanzo è di circa 5,3 milioni. Situazione delicata anche per i rossoneri. La vecchia questione degli stipendi pagati in nero a staff e giocatori ha portato il club a processo e la richiesta del Procuratore Federale, formulata ieri è durissima: la retrocessione in Lega Pro. Entro mercoledì ci sarà la sentenza di primo grado.

Sembra invece spacciato il Cesena, il cui debito sarebbe di 73 milioni milioni senza possibilità di rateizzazione. Se saltano le tre società sperano di essere ripescatele retrocesse Entella (ko ai playout con l'Ascoli e dunque in pole), Pro Vercelli e Ternana. Non il Novara che non può beneficiare del bonus perché due anni fa fu penalizzato per irregolarità amministrative.

Ma attenzione in pole position per l'ammissione alla prossima serie B ci sarebbero Ternana, Siena e Reggiana secondo una graduatoria che

tiene conto della storia del club, del numero di spettatori nelle ultime cinque stagioni e ovviamente anche il piazzamento finale di quest'anno. La sensazione è che almeno due su tre potrebbero essere declassate: il Cesena e il Foggia. Non il Bari che ha tempo per mettersi a posto.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro