Quotidiani locali

«Paulinho, qui tornerai grande Melchiorri top»

Spinelli e le strategie per il nuovo attacco «Tante idee, aspetto il brasiliano fino a luglio»

LIVORNO. Paulinho, Melchiorri e «altre piste» che vengono monitorate. Il presidente Aldo Spinelli sta lavorando per costruire il Livorno del futuro. Siamo ancora in fase di rodaggio e i giocatori non ci sono perché sono quasi tutti partiti per le vacanze, ma i procuratori hanno i telefoni caldi. Dunque la società sa che non può perdere tempo. Ecco perché l’incontro tra i dirigenti amaranto e Paulo Sergio Betanin sta per essere fissato: ancora la data non è stata stabilita, ma sicuramente - entro la prima metà di luglio - le parti si troveranno una di fronte all’altra. E di questo ne è convinto anche Spinelli. «Per tutte le domande sul mercato – dice rispondendo al telefono, cercando di demandare la responsabilità sui suoi dirigenti – c’è Mauro Facci. Dovete parlare con lui». Ma poi spiega le strategie.

Presidente, a che punto è la trattativa per riportare Paulinho a Livorno?

«Ho parlato personalmente con il procuratore e mi ha detto che ha parlato con il giocatore. Adesso è in Brasile».

Esattamente, si è appena sposato.

«Sì, lo so. Prima si è sposato in Comune e poi in chiesa. Adesso è tornato a casa, ma presto rientrerà in Italia».

Sa quando tornerà?

«Di preciso no, ma fino a luglio starà in Sudamerica. Poi rientrerà dalle vacanze».

E a quel punto vi dovrete incontrare per chiarire la situazione.

«Noi speriamo in un suo ritorno al Livorno. Ci crediamo molto e penso che possa essere il giocatore giusto per la nostra squadra».

Il procuratore Andrea Bagnoli cosa le ha detto?

«Non era molto convinto, a dire il vero. Ci ha detto che Paulhino ha delle perplessità nel tornare a Livorno perché non sa se riuscirà a essere quello che era un tempo ed essere prolifico come prima, visto che non è più un ragazzino».

E lei cosa le ha risposto?

«Gli ho risposto che secondo me si sbaglia. Anzi, questa piazza sarebbe perfetta per rilanciarsi dopo una stagione difficile a Cremona. Il calore e l’affetto dei nostri tifosi lo aiuterebbero sicuramente a tornare quello di prima e a segnare gol a raffica. Anche perché a Livorno troverebbe un altro connazionale come Murilo, che l’anno scorso in serie C ha fatto molto bene e ora ha questa grande chance. Mi piacerebbe proprio vedere una coppia d’attacco tutta brasiliana».

Questo potrebbe essere un motivo in più per riportarlo qui?

«Non lo so. Ripeto, a inizio luglio tornerà in Italia e appena atterra ci incontreremo subito. Saremo la prima squadra che incontrerà. Comunque abbiamo anche altre piste che non vogliamo abbandonare».

Per esempio?

«Esatto, ci sono tanti giocatori che abbiamo nel mirino per rinforzare la squadra (tra questi c’è anche Franco Ferrari, ndc)».

Un nome che sta circolando ultimamente è quello di Melchiorri, un top per la serie B. Ce lo conferma?

«È forte e ha dimostrato di avere grandi qualità. È normale che ci siano tante squadre che gli fanno la corte. Ed è anche il nostro oggetto del desiderio».

Quante chance ha la società di portarlo in amaranto?

«Non lo so, ma ci proveremo sicuramente».

Ci sono altri giocatori nel vostro taccuino?

«Stiamo lavorando, Facci sta seguendo diverse trattative». Insomma, il Livorno si sta muovendo e, nonostante una

calma apparente, sottotraccia sono già stati attivati diversi contatti. La priorità è quella dell’attacco, un settore che con la partenza di Vantaggiato e con il riscatto di Doumbia in bilico, è senza alcun dubbio quello più sguarnito.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro