Quotidiani locali

Pielle-Don Bosco da 1 in schedina ma occhio al derby

Serie C Gold. Domani l’attesa sfida (ore 18.30, Palamacchia) Triglie all’assalto dei playoff, Russo prova lo sgambetto

LIVORNO. Non guardate la classifica. E nemmeno l'organico. Nei derby sono, queste, le ultime cose che contano. Don Bosco – Pielle (PalaMacchia, domani, inizio 18,30) è partita assai meno scontata di quanto, appunto, classifica e organico dicano.

Certo, a vedere il cammino recente delle due squadre (Pielle che batte due capolista su tre rischiando di fare il pieno, Don Bosco a secco da cinque turni consecutivi con in mezzo le sanguinose sconfitte con Synergy e Pontedera) non si può non dare alla squadra di Da Prato (che gioca contro il suo passato, anche recente) il ruolo di favorita. Ma domani (il derby avrà anche un match sponsor, la concessionaria Renault Class di Livorno) entreranno in ballo anche altre motivazioni. La “fame” per esempio.

Pielle sta cercando di mettere a punto la forma migliore per provare a essere la mina vagante nei play-off, ma è ben difficile che dopo l'ultima giornata la griglia le riservi qualcosa di diverso dall'attuale settimo posto. Viceversa per il Don Bosco ogni partita, anche quelle sulla carta più chiuse, può voler dire play-out o peggio, con Pontedera lì sotto a 2 punti di distacco ma con il 2-0 a favore nel doppio confronto. E poi c'è il precedente dell'andata: anche allora Pielle favorita netta ma Don Bosco che, sorprendentemente ma meritatamente, fece sua la partita rimontando 6 punti negli ultimi 2'.

A scorrere l'organico e, come già detto, i risultati delle ultime giornate la partita è indirizzata, almeno in area. Toppo e Benini vengono ora considerati come la coppia di lunghi più forte del campionato, nel Don Bosco Bianco, Fantoni e Korsunov sanno sempre farsi valere, ma esperienza e tonnellaggio sono dall'altra parte, contando anche l'aiuto che potrà venire da Venditti. Più equilibrato il confronto a livello di esterni, se Orsini riuscirà a uscire dal suo periodo buio.

Intanto si allungano i tempi per rivedere in campo Tommaso Buzzo. La guardia

biancazzurra, che si era infortunata allo scafoide sinistro nel corso della partita contro Castelfiorentino, è stata ieri sottoposta a un intervento chirurgico per l'inserimento di una vite metallica. Il giocatore dovrebbe comunque tornare a disposizione di Da Prato per i play-off.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro