Quotidiani locali

Pro Livorno, altro esame Picchi va dal fanalino

In Seconda Categoria spicca un derby di fuoco tra Livorno 9 e Antignano Portuale in casa per sfatare un tabù, Ardenza e Carli cercano il mezzo miracolo

LIVORNO. Si entra nell’ultimo terzo di campionato e allora sale la posta in palio per le sette squadre livornesi in corsa tra Promozione e Seconda Categoria. Oggi tutte in campo alle 15 per la sesta giornata di ritorno.

Pro Livorno Sorgenti. Al Brunner di Forcoli c’è un altro crocevia della intensa stagione dei biancoverdi. La capolista va sul campo della quarta in classifica per un nuovo scontro diretto contro un avversario che ha cominciato in modo claudicante il mese di febbraio. Un pareggio e una sconfitta stanno infatti nel trend del Forcoli Valdera, che pertanto arriva all’appuntamento con la Pls dotata di 34 punti, -11 rispetto alla vetta della classifica. Il confronto cade nella sesta giornata di ritorno in Promozione girone C; si entra nell’ultimo terzo di campionato, quello decisivo per le sorti della stagione.

All’andata, la squadra di mister Niccolai si impose per 3-1 in modo più che autorevole sulla formazione pisana, allenata da Marmugi. Replicare il successo è ovviamente la consegna da rispettare, per mantenere il vantaggio sulla Pecciolese, che questa domenica riceve il Cascina. La scorpacciata di reti fatta con il Donoratico è ormai solo un ricordo per i biancoverdi, che hanno davanti un test ben più complicato.

Armando Picchi. È tempo di tornare a vincere. Dopo tre turni senza successi, peraltro con una sola rete segnata, i biancoamaranto hanno una chance imperdibile per ritrovare il sapore dei 3 punti. Si va a Fonteblanda, sul campo dell’ultima della classe, e allora bisogna spingere sull’acceleratore.

Non sarà una passeggiata, e in tal senso basti ricordare l’1-1 dell’andata a Banditella. Stesso risultato che, domenica scorsa, ha frenato il Picchi di fronte all’Audace Galluzzo. Occhi puntati su Vento e Angelini (capocannoniere del campionato), i due pericoli da arginare contro il Fonteblanda.

Mister Sena mette in guardia i suoi e si aspetta un’altra prestazione di livello, magari supportata dal risultato.

Livorno 9 – Antignano. Ecco il secondo derby labronico in questo febbraio: c’è di nuovo il Livorno 9 in mezzo, ma stavolta i rossoblù ricevono l’Antignano, nel quadro della sesta di ritorno in Seconda Categoria girone E. Ci sono 9 lunghezze di divario tra le due squadre: bianconeri settimi a quota 28, Livorno 9 quintultimo a 19 punti. All’andata vince per 1-0 la squadra di mister Bettarini, che dunque cercherà il bis al Bruschi di via Montelungo, per interrompere la striscia di 4 sconfitte di fila. Ma anche ai padroni di casa servono i 3 punti, per uscire dalla zona playout.

Portuale Guasticce. L’ultima affermazione casalinga dei rossoblù risale al 3 dicembre. Poi due ko e un pareggio. Ecco che il Portuale ha voglia di rifarsi e la gara col Bellani, compagine dei quartieri bassi, cade a puntino. Chance da sfruttare, visti gli impegni delle concorrenti in zona playoff, per guadagnare posizioni.

Ardenza Petrarca. Mission impossible al Gimona? Il Saline di Yari Allegri (capocannoniere con 16 reti) rende visita ai rossoverdi, in qualità di seconda della classe. L’Ardenza vive un ciclo di ferro, ma alla Bastia è dura per tutti portare via punti (vedi La Torre, solo nel mese di febbraio). Quindi è lecito sognare l’impresa e fare un altro passo verso la permanenza in Seconda Categoria.

Carli

Salviano. Arriva il Pappiana, neopromosso come i biancoamaranto, ma il cammino è tutt’altro che speculare. I pisani viaggiano forte alle porte dei quartieri alti e non prendono gol da cinque turni. Per il Carli è un test arduo nella seconda uscita interna consecutiva.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro