Quotidiani locali

Atl. Livorno sfiora lo scudetto Allievi

Squadra 2ª agli Italiani indoor, Giuliano argento nei 1000 metri

LIVORNO. Ai campionati italiani Allievi indoor di Ancona gli under 18 dell’Atletica Livorno sono andati ad un passo dal fregiarsi dello scudetto tricolore nella classifica finale del campionato di società al coperto. Alla fine, dopo essersi posti al comando nel la prima giornata, con un totale di 30 punti, gli stessi conseguiti dall’Atletica Roma, salivano sul secondo gradino del podio superati solo per il calcolo dei migliori piazzamenti ottenuti dagli avversari; al terzo posto la Studentesca Rieti.

Individualmente il migliore risultato è stato conseguito nella gara dei metri 1000 da Mauro Giuliano, una medaglia d’argento pesantissima in quanto il bianco verde, non inserito nella serie dei migliori, ha dovuto fare tutto da solo chiudendo in 2.33.75 contro i 2.32.67 del neo campione italiano Andrea Sambruna schieratosi al via con qualche apprensione dopo avere assistito alla prova del livornese. Ancora note positive pervenivano dalla specialità della marcia dove Giulio Scoli riusciva a conquistare la medaglia di bronzo polverizzando con il tempo di 23.07.89 il suo precedente personale sui metri 5000; in gara per la Libertas Runners Livorno Sergio Palumbo che si piazzava al quinto posto migliorandosi a 23’37”57 . In questa rassegna, che resterà nella storia dell’Atletica Livorno, bene anche il saltatore Jacopo Quarratesi, quinto nel lungo con la misura di 6,89 che eguaglia il suo limite personale, e Marta Giaele Giovannini, sesta nella stessa specialità (dominata da Larissa Iapichino) con il personale portato a 5,50 metri. La Giovannini si schierava al via anche dei 60 m. ostacoli dove si qualificava per la semifinale con il tempo di 9.11(record personale), provava a volare in finale - per riuscirci bisognava però correre sotto i 9” - ma veniva eliminata con 9”18. Di grande valore anche le prove di altre due atlete in biancoverde, Alejandra Rocio Gigena decima nell’alto con 1,61 e Chanda Bottino undicesima nei 400 ritoccando con 59.01 il personale. Niente da fare per Valentina Arcamoni incappata in tre nulli nel lungo: le

era già successo in un’altra gara tricolore.

Gli altri protagonisti: Mt 5000 Marcia 17) Fabrizio Caprai LRL 25.17.07 – Mt. 60 31) Matteo Ciulli AL 7.32 – Mt. 400 17) Matteo Ciulli AL 54.09 - Mt. 60 46) Ginevra Parisi LRL 8.39 – Mt. 400 28) Greta Morreale AL 1.04.53.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro