Quotidiani locali

Per tre giorni consoliamoci con la festa

Da venerdì si celebrano i 103 anni in Fortezza Vecchia: ecco il programma

LIVORNO. «Non si tratta di una festa promozione come qualcuno potrebbe pensare. Celebrare con i ragazzi della curva, i club, gli imprenditori che sono vicini alla società, significa mettere insieme le parti buone della nostra realtà in tutte le loro componenti». Così Maurizio Laudicino, responsabile marketing del Livorno, fa chiarezza sullo scopo con il quale nasce “103 anni di passione” l'iniziativa che da venerdì 16, fino a domenica 18 febbraio, si terrà in Fortezza Vecchia, simbolo per antonomasia della nostra città. E tutta la squadra sarà presente venerdì alla presentazione del video prodotto da Luca Dal Canto.

Una festa, che promette di diventare un punto di partenza per gli anni a venire. Un naturale proseguimento di quel motto “una squadra, una città” coniato durante l'estate e che ha visto gli amaranto prima sul palco di Effetto Venezia, poi l'utilizzo della location della Terrazza Mascagni per promuovere la campagna abbonamenti, così come portare i giocatori al Parco Levante ma anche al Mercato Centrale.

E che nasce dal contatto avuto con i ragazzi della Nord i quali cercavano aiuto per recuperare fondi in vista di una coreografia che si annuncia stupenda in occasione del derby col Pisa. Da lì a organizzare una partita a ranghi misti con la squadra allo stadio, a fare il resto è stato un attimo. Ed ecco che un'altra componente di Livorno si è messa in moto. Con l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale (la ex Autorità Portuale) che gesisce dal 2013 la storica struttura, si è allestito l'appuntamento. Ci mancava un connubio con il mondo sportivo - ha detto Alessandra Potenti, responsabile comunicazione dell'Autorità - e meglio di così non potevamo iniziare».

Insomma, chi ha il cuore che batte amaranto, il tifoso non occasionale, non può mancare. Perché in questa tre giorni potrà godersi un po' di tutto. Un focus sulla squadra, sul settore giovanile, il video, il cabaret, la mostra sorica, i concerti, la disco, il talk show con tanti nostri campioni del passato (e chi ha vestito questi colori è un campione a prescindere), lo stand di You4er, l'associazione a sostegno del pronto soccorso pediatrico, ma sempre pronta a qualsiasi altra iniziativa sul sociale.

E la curva? Ernat Mica, uno dei portavoce, racconta: «Vogliamo dimostrare che un risultato lo si ottiene più facilmente lottando tutti insieme.

La partita di venerdì allo stadio? Per coinvolgere vecchi personaggi del tifo, anche diffidati, ma anche giovani che si stanno avvicinando. Infine, un grazie alle band che verranno a suonare, a Giovanni Bondi e Emanuele Bernardeschi che ha composto una canzone sull'alluvione».

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon