Quotidiani locali

Avellino super The Flexx crolla Caos a Torino

Probabilmente se per Torino vedono aggirarsi in questi giorni Giacomo Poretti, uno del trio di Aldo, Giovanni e Giacomo, potrebbero scambiarlo tranquillamente per il vice-presidente dell’Auxilium...

Probabilmente se per Torino vedono aggirarsi in questi giorni Giacomo Poretti, uno del trio di Aldo, Giovanni e Giacomo, potrebbero scambiarlo tranquillamente per il vice-presidente dell’Auxilium Torino, Francesco Forni, con le vesti del mitico “Tafazzi”, il personaggio che si dedicava sovente al masochismo nelle zone intime. Perché non si può raccontare diversamente la stagione della squadra piemontese che, nel giro di un mese, ha registrato le dimissioni di due coach – Luca Banchi e Charlie Recalcati, quindi non proprio i primi trovati per la strada – la pesante contestazione e uno spogliatoio completamente spaccato con giocatori arrivati senza capirne il motivo ed altri che, alla luce anche dell’uscita di scena della Fiat dall’Eurocup, o andranno in tribuna o dovranno trovare il modo per salutare tutti e cercare una nuova sistemazione. Come detto, nel mirino c’è Forni “junior” , figlio del notaio Antonio Forni che da alcuni anni manda avanti la società nel capoluogo piemontese, che da questa stagione si è preso la gestione della squadra e del mercato con risultati disastrosi: giocatori acquistati senza che l’allenatore ne sapesse nulla, attriti con Luca Banchi iniziati ancora prima dell’avvio del campionato ed ingerenze pesanti all’interno dello spogliatoio. Come si rialzerà la Fiat? Per il momento dando la squadra nelle mani del vice-coach, Paolo Galbiati, alla prima esperienza del genere in carriera e poi confidando che gli attriti si riescano, in qualche modo, a limare. Anche perché lo stesso sponsor, che ha il contratto in scadenza, sta guardando con preoccupazione l’evolversi della vicenda che potrebbe anche finire molto male. Una boccata d’ossigeno, Torino intanto l’ha presa ieri vincendo a Pesaro, altra formazione che annaspa in piena crisi all’ultimo posto in classifica.

La giornata poi ha fatto registrare la pesante sconfitta della The Flexx Pistoia sul parquet sempre difficilissimo di Avellino: 101-71 il finale di una gara che i campani

hanno sempre avuto in totale controllo. La squadra pistoiese resta al terzultimo posto seguita solo da Capo D’Orlando e Pesaro. Vittorie esterne anche per le altre al vertice: Milano a Brindisi e Venezia a Cremona. Per le posizioni a ridosso della vetta, Sassari batte Bologna.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori