Quotidiani locali

La tessera non serve anzi no, è necessaria Che caos per i biglietti

Ancora problemi e qualcuno deve disdire il posto in pullman Venduti quasi 900 ticket, la prevendita chiude oggi alle 19

LIVORNO. Tessera sì, tessera no. È stato questo il tormentone degli giorni per tutti i tifosi livornesi. Dopo la decisione della questura di Lucca di consentire la trasferta al Porta Elisa ai soli possessori della Tessera del Tifoso, il popolo amaranto ha avuto diverse difficoltà per stare ancora una volta vicino alla propria squadra del cuore. In molti, per esempio, avevano già prenotato un posto sui pullman ma dopo la notizia dell'obbligatorietà della tessera (arrivata solamente giovedì) sono stati costretti a disdire.

È la prima volta quest'anno che ai livornesi viene chiesta la Tessera del Tifoso per andare in trasferta, fino ad oggi le partite fuori casa sono sempre state libere. Per fortuna, dopo qualche ora di iniziale indecisione, dagli uffici hanno chiarito che sarebbe andata bene anche la “Away Card”, la carta alternativa utilizzata dagli ultrà per andare in trasferta senza tesserarsi.

Ma questa decisione ha causato non poche lamentele anche perché in estate l'Osservatorio del Viminale sulle manifestazioni sportive aveva deciso di andare verso una graduale riduzione di tessere e restrizioni. Dunque molti tifosi sono potuti tornare a seguire Luci e compagni liberamente. Questo passo indietro della questura di Lucca a pochi giorni dalla partita ha creato problemi e disguidi di tipo organizzativo. E, soprattutto, ha fatto aumentare la rabbia e la frustrazione di una piazza intera che, ancora una volta, si è sentita trattata diversamente rispetto a tutte le altre tifoserie. Il derby tra Lucchese e Pisa, per esempio, è senza dubbio più sentito rispetto alla partita tra Livorno e rossoneri. Eppure a settembre i nerazzurri sono potuti andare al Porta Elisa tranquillamente, esibendo all'ingresso del settore ospiti solamente il biglietto

. La cosa incredibile è che, fatta la legge, è subito stato trovato l'inganno. O più che altro la falla nel sistema. Mentre la prevendita continua ad andare a gonfie vele, infatti, qualcuno si è accorto che (finalmente) i biglietti erano disponibili anche sul sito della Go2, dove però non veniva richiesta la Tessera del Tifoso. Apriti cielo. Venerdì sera in diversi hanno acquistato i tagliandi per il settore ospiti del Porta Elisa online senza dover dichiarare altro che la propria identità e la notizia si è sparsa velocemente. Talmente veloce, però, che ieri mattina le vendite sul sito erano state bloccate
di nuovo. “L'evento non è più disponibile” veniva scritto a chi provava ad acquistare i ticket. Stessa cosa anche sul sito “Boxolt.it”.

Comunque a ieri alle 19 i biglietti venduti erano circa 19 e ci sarà la possibilità di acquistare i ticket anche oggi sempre fino alle 19.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon