Quotidiani locali

Un derby di fuoco ma la Libertas non ha più tempo

Serie B: a Cecina sfida quasi proibitiva contro tanti ex Per il sogno salvezza però bisogna sbloccarsi subito

LIVORNO. Per la Libertas, da adesso in poi, saranno tutte finali. Partite decisive per tentare fino al 22 aprile (ultimo turno della regular season) di non retrocedere e salutare la Serie B dopo neppure un anno da quel meraviglioso 28 maggio (3-0 nella finale playoff contro la Pielle).

Ma allo stato attuale delle cose (zero vittorie e 17 sconfitte…) solo un miracolo potrebbe salvare coach Pardini e i suoi ragazzi dall’inferno: dentro lo spogliatoio, infatti, regna lo sconforto. Un alone di pessimismo che si alimenta di settimana in settimana, delusione dopo delusione, l’ultima incassata domenica scorsa per mano della Coelsanus Varese. E come se non bastasse alle viste c’è il derby con la Buca del Gatto Cecina (domani ore 18 al PalaPoggetti, arbitri Francesco Venturini di Capannori e Dario Tulumello di Pietra Ligure), realtà che sta faticando più del previsto (7 vinte e 10 perse) ma assai temibile fra le mura amiche come dimostra il successo ottenuto un paio di settimane fa sulla Fiorentina Basket (seconda alle spalle di Omegna).

Un roster con gli attributi, completo, che miscela l’overdose di esperienza di Mario Gigena (ex Olimpia Milano, top scorer con 13,5 punti di media a partita) con le qualità del freschissimo ex di turno Simone Lasagni e di tre prodotti del basket labronico, ovvero Francesco Forti (altro ex), Leonardo Salvadori (prodotto Don Bosco) e Giuliano Biancani (ex Pielle). Al timone del vascello rossoblù coach Gianni Montemurro che dentro il pitturato può contare sui centimetri di Andrea Spera (206, classe 1996) e di Filahi (208), da aggiungere all’energia di Lorenzo Turrini (12,3 punti di media) e Gaye.

Nel frattempo, sul web (pagina Facebook - Sbandati 1987) e in occasione dei match casalinghi, prosegue la contestazione della tifoseria organizzata nei confronti
della proprietà. Lo slogan è sempre il medesimo: “Il vostro progetto è inesistente, a casa allenatore e presidente”. Allenatore che lo scorso 2 di novembre ha rinnovato il contratto fino al 2020. La saga continua, nella speranza di poter comunque agguantare Moncalieri al penultimo posto.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro