Quotidiani locali

Livorno si prende tutto la vetta adesso è a meno 3

Vittoria e bonus sul campo di Arezzo, con la firma nel finale di Bottari La capolista Pesaro frena e dietro Bologna crolla: la classifica è un gioiello

LIVORNO. Se il 2017 dei biancoverdi si è chiuso in grande spolvero, il 2018 comincia ancora meglio. La prima uscita nel nuovo anno porta infatti vittoria e bonus ad Arezzo e fa rosicchiare un altro punto alla capolista Pesaro. Adesso il Livorno Rugby è a -3 dalla vetta della classifica in serie B girone 2; non solo, perché la squadra di coach Zaccagna ha scavato un solco considerevole alle proprie spalle, complice lo stop del Bologna contro I Medici, che adesso sono terzi a -7 dai biancoverdi.

È davvero ottimo il quadro che esce dalla decima giornata, quella che ha visto il Livorno Rugby imporsi in trasferta contro il Vasari Arezzo con il punteggio 28-16. Copione rispettato, quattro mete segnate e cinque punti portati via dal campo dell’ultima in classifica. Quando manca un solo turno al termine del girone d’andata, il Livorno è solo a 40 punti in seconda posizione. Domenica al Montano arriverà il Civitavecchia, avversario scorbutico, ma contro cui si può ambire ad allungare ulteriormente la striscia positiva, che oggi è fatta di otto successi consecutivi.

Marco Zaccagna, continua a predicare umiltà e fa assolutamente bene: bisogna vivere alla giornata e non guarda la classifica. Ma intanto la sua squadra continua a macinare risultati ed è ripartita alla grande dopo la sosta natalizia. Ad Arezzo, il Livorno Rugby non ha giocato la sua miglior gara stagionale. Le tante assenze (tra gli altri fuori causa Gragnani, Canepa, Bufalini e Reitsma) hanno costretto Zaccagna a rivoluzionare lo schieramento e utilizzare gli avanti Marmugi e Cristiglio alle ali. Il Vasari, a dispetto della sua scomoda ultima piazza in classifica, ha messo in mostra discreti numeri. Aretini aggressivi e capaci di tenere a lungo il possesso dell'ovale. Biancoverdi più tecnici e capaci di sfruttare con cinismo i pochi palloni a disposizione.

Sono i locali ad aprire le danze (6-0 al 12' con due piazzati dell'apertura Scartoni). Di forza Tangredi sfonda la linea difensiva nemica e schiaccia oltre la linea bianca. L'apertura Squarcini trasforma per il definitivo sorpasso: 6-7 al 19'. Bella l'iniziativa che permette al centro Gigli di siglare, al 29', la seconda meta ospite. Ancora Squarcini trasforma: 6-14. Il Vasari non demorde e in chiusura di tempo accorcia con la meta dell'estremo Rupi: 11-14 all'intervallo.

Nella ripresa, è firmata da Cristiglio (7') la meta che permette ai biancoverdi di prendere il largo. La trasformazione di Squarcini fa toccare il più 10: 11-21. Non è finita. Gli aretini dimezzano al 21' le distanze con la marcatura del terza linea Innocenti: 16-21. Il risultato è in bilico. I labronici riescono a respingere le minacce avversarie. Al 40' il terza linea Bottari sigla la meta-bonus. È la meta (condita dalla trasformazione di Squarcini) della matematica certezza. Finisce 16-26.

GLI ALTRI RISULTATI: Pesaro-Florentia 24-14 (4-0), Parma'31-Amatori Parma 23-12 (4-0),
I Medicei Firenze cadetti-Bologna 19-14 (4-1), Romagna-Rieri 18-25 (1-4).

LA CLASSIFICA: Pesaro 43 p.; Livorno 40; I Medicei Firenze cadetti 33; Bologna 32; Am. Parma 31; Parma'31 28; Rieti 22; Civitavecchia 20; Romagna 18; Modena 15; Florentia 10; Vasari Arezzo 7.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon