Quotidiani locali

La freccia e il fanalino Livorno vuole il sorpasso

Serie B: biancoverdi di scena ad Arezzo contro l’ultima in classifica Si ferma il terza linea Gragnani, sono out anche Reitsma e Scapaticci 

LIVORNO. Ripartono i campionati di rugby e allora è tempo di riaccendere i motori per Livorno Rugby e Lions Amaranto, entrambi in campo oggi alle 14.30. La Fulgida Etruschi, invece, esordirà nel nuovo anno il 21 gennaio.

LIVORNO RUGBY. Il 2018 dei biancoverdi comincia con un derby toscano in trasferta, sponda Vasari Arezzo. Si va in casa del fanalino di coda della serie B girone 2, con tutte le carte in regola per portare via vittoria e bonus. Perché il Livorno ci arriva da secondo della classe con 35 punti, ben 28 in più rispetto agli aretini. E anche se la sosta per le festività può aver rallentato i ritmi, non bisogna lasciarsi sfuggire questa opportunità, nel quadro della decima giornata, penultima del girone d’andata. Al campo Arrigucci, arbitrerà Domenico Gargiulo di Napoli.

Agli ordini di coach Zaccagna, il gruppo si è allenato con la giusta dose di intensità durante la pausa, durante la quale, però, si è infortunato a un polso il giovane terza linea Giorgio Gragnani, uno degli avanti più preziosi e continui del campionato. Oltre a Gragnani, ad Arezzo mancheranno anche, sui trequarti, i lungodegenti Reitsma e Scapaticci e, in prima linea, il pilone Bufalini (che tornerà a disposizione per la prima di ritorno, contro i Medicei Firenze cadetti).

Gli aretini hanno fame di punti per risalire la china, ma il Livorno riparte dalle sette vittorie consecutive e cercherà di sfruttare ancora una volta le proprie doti tecniche e la forza di un pacchetto in costante crescita. In questo primo turno del 2018, la capolista Pesaro ospiterà il Florentia. Finora i labronici hanno giocato ad alti livelli sia in casa, sia in trasferta. L’obiettivo è chiudere l’andata allungando la serie positiva, sperando che la capolista rallenti la propria corsa.

Al termine della regular season, la prima salirà direttamente in A, mentre la seconda giocherà, con le seconde degli altri tre gironi, gli spareggi playoff. Il Livorno Rugby deve concentrarsi solo su sè stesso, senza effettuare proiezioni, nè calcoli. Finora i labronici hanno giocato ad alti livelli sia in casa, sia in trasferta. Per dovere di cronaca, segnaliamo che, nel girone di ritorno, Bertini e compagni ospiteranno, tra le dirette concorrenti della zona nobile della classifica, I Medicei cadetti e Bologna e renderanno visita a Pesaro, Amatori Parma e Parma'31.

LIONS AMARANTO. Sulla carta è un avvio soft per i leoni, che ricevono al Maneo (ingresso gratuito) il Sieci, ultimo della classe in serie C girone F. Ultima d’andata per la squadra di coach Milianti, che occupa la seconda posizione e accusa un ritardo di sei lunghezze dal primo posto (occupato dal Cus Siena), unico che al termine della regular season darà accesso agli spareggi per il salto di categoria.

Vivendo giornata per giornata, gli amaranto devono fare bottino
pieno con il Sieci e sperare in un passo falso della capolista, impegnata nella non facile trasferta sul campo dell’Elba Rugby. Lions privi del terza linea Agostini, mentre il tallonatore Giusti ha smaltito dovrebbe giocare regolarmente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori