Quotidiani locali

Poletti è super, ma Ristori resta leader del Gran Prix

Campestre: il podista dell’Atletica Livorno vince la 3ª prova, il compagno di squadra conserva però tre punti di vantaggio

LIVORNO. Nella terza delle quattro prove previste per il Gran Prix Fidal Toscana di corsa campestre si sono resi ancora una volta protagonisti i rappresentanti dell’Atletica Livorno; per l’occasione si è gareggiato a Policiano nel giorno della Befana organizzata dall’omonima società che ha riproposto il classico percorso appesantito dalla pioggia e non privo di sali e scendi. Gli uomini se la dovevano vedere sulla distanza di 5,5 chilometri, quasi un centinaio di partenti con un gruppetto forte di cinque unità subito in testa con il bianco verde Raffaele Poletti smanioso di riscattare la prova di Castello dove si era presentato in condizioni fisiche precarie, con lui il compagno di squadra Alessio Ristori, mentre il resto della compagnia perdeva irrimediabilmente terreno.

Nel proseguimento della gara Poletti si rendeva protagonista di un secco cambio di ritmo che gli avrebbe consentito di tagliare il traguardo in perfetta solitudine con il tempo di 18.44, Ristori chiudeva al secondo posto in 19.18, un piazzamento che gli consente di mantenere la testa della graduatoria nel Gran Prix con soli tre punti di vantaggio sull’amico rivale (entrambi classe 1997, categoria promesse), decisiva sarà l’ultimo appuntamento di Fossone.Terzo e quarto posto nell’ordine per Edddine Salah Farathe e Daniel Emanuel Ghergut rispettivamente in 19.23 e 19.31.

L’altro bianco verde Gianmarco Lazzeri si difendeva al meglio classificandosi al sesto posto in 19.40, Gabriele Spadoni era undicesimo in 20.07; per la categoria allievi assente Dario Guidi per l’Atletica Livorno, terzo posto (26emo assoluto) per Samuele Froglia della Libertas in 20.47. In campo femminile Giulia Morelli doveva arrendersi ancora una volta allo strapotere della Hodan Mohamud Mohame del G.S. Fiorino che al termine dei quattro chilometri in programma chiudeva con il tempo di 15.46, l’atleta di Paolo Angioni s’inseriva immediatamente nel drappello che si era posto all’inseguimento di Gloria Marconi categoria MF50 che si era portata avanti a tutte, ma molto probabilmente ha risentito della fatica accumulata a Roma dove aveva preso parte alla “We run Rome”, corsa su strada di 10 km. con 10.000 partenti, 14.a assoluta in 38.10 (prima di categoria, brillante protagonista unitamente a Joao Bussotti settimo assoluto in 30.45).

Difatti nel finale perdeva la seconda posizione distaccata di sei secondi a favore dell’allieva Gloria

Badii accreditata di 15.54; la consocia Diletta Spagnoli si piazzava al nono posto in 17.14, Enrica Bottoni tredicesima in 17.29, terza fra le allieve Soukaina Mahboub ancora per l’Atletica Livorno in 18.11 andando a consolidare la sua supremazia.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik