Quotidiani locali

Vai alla pagina su Livorno Calcio
Parma su Murilo, e si valutano tre alternative

As Livorno Calcio

Parma su Murilo, e si valutano tre alternative

Livorno, sabato incontro con i ducali dopo l’amichevole: nell’affare Frediani, Lisi e Sainz-Maza altre idee

LIVORNO. Sarà sabato il primo giorno caldo del mercato del Livorno. Alle 14,30 la squadra sarà impegnata sul prato del Tardini contro il Parma di Alessandro Lucarelli. Prima, durante e dopo l’amichevole con gli emiliani, i dirigenti delle due società avranno modo di approfondire il contatto che è stato stabilito nei giorni scorsi per valutare la posizione di Murilo. Uno dei temi che, tra l’altro, saranno al centro della riunione sul mercato tra Aldo Spinelli e i dirigenti, in programma tra oggi e domani a Genova: si parlerà pure degli sviluppi della vicenda legata ad Alessandro Diamanti, anche se il presidente ha detto al Tirreno che «ora non ci sono le condizioni per prenderlo» e potrebbe invece finire negli Stati Uniti.

OCCHI SUL BRASILIANO. Che l’attaccante del Livorno – autore di sei gol nel primo scorcio di campionato – piaccia ai ducali è arcinoto. Tra due giorni, però, la trattativa per il trasferimento di Murilo al Parma potrebbe decollare. È chiaro che gli amaranto non intendono privarsi a cuor leggero di un giocatore giovane, classe 1995, e autore fin qui di un’ottima stagione. Per questo motivo la contropartita economica deve essere sostanziosa: parlando di cifre, la base di partenza per l’acquisto del cartellino non è inferiore al milione e mezzo di euro. In realtà l’eventuale idea sarebbe quella di far partire Murilo in prestito con diritto di riscatto, in modo da lasciare aperta la porta a un suo eventuale ritorno alla casa madre. Nell’affare potrebbe rientrare Marco Frediani, esterno offensivo di 23 anni del Parma: nella prima parte di questa stagione, in serie B, ha visto il campo soltanto una volta, mentre l’anno scorso è stato protagonista ad Ancona (8 gol in Lega Pro).

IL CASO MURILO. Sulla decisione di mandare il giocatore a fare esperienza altrove – tra l’altro in categoria superiore – peserebbero due considerazioni. La prima è quella più immediata da capire: la valorizzazione di un patrimonio della società che dalla lotta per la promozione in B andrebbe a giocarsi la possibilità di salire in A. La seconda affonda le radici nel tempo. Basta tornare al 18 dicembre, a Livorno-Piacenza, a quel rigore che Murilo volle tirare a tutti costi e sbagliò. Non solo, la reazione del giocatore a un tifoso che lo contestava subito dopo la fine della partita, gli fece infrangere anche l’articolo 2 dello statuto interno del Livorno. Quella doppia topica gli costò la convocazione per la successiva partita di Grosseto con il Gavorrano. Dopo un turno trascorso dietro la lavagna l’attaccante fu reintegrato. Contro il Prato entrò con l’atteggiamento giusto, ma sempre e comunque dopo l’ammonimento di Sottil arrivato ventiquattr’ore prima della partita con i lanieri: «Murilo ha capito l’errore – disse il tecnico – ma ora sa che al prossimo comportamento sbagliato è fuori definitivamente». Anche questo potrebbe indurre il Livorno a cedere Murilo in prestito.

LE ALTERNATIVE. Se Murilo parte deve essere rimpiazzato. Su questo non ci piove. E infatti il Livorno – per pura precauzione – ha già messo gli occhi su tre eventuali sostituti. È curioso il fatto che due di questi siano finiti anche nel mirino del Pisa. Si tratta dello spagnolo Miguel Angel Sain-Maza, 25 anni, cartellino di proprietà del Foggia ma attualmente in prestito al Pordenone con cui ha ben figurato tre settimane fa in Coppa Italia a San Siro contro l’Inter. L’altro attaccante mancino conteso tra amaranto e nerazzurri è Francesco Lisi della Juve Stabia, il cui contratto è in scadenza a giugno. Il terzo, Frediani, è invece un ex Pisa.

ALTRI MOVIMENTI. Intanto sembra sfumata la possibilità del ritorno di Alessandro Lambrughi a Livorno. La società, infatti, come alternativa a Michele Franco nel ruolo di terzino sinistro sta pensando a Mickael Varutti, classe 1990, attualmente alla Viterbese. Per il centrocampo occhi puntati su Fabio Foglia,

mediano di 28 anni dell’Arezzo. Infine non si è ancora arresa la Ternana che continua a corteggiare Daniele Vantaggiato, il cui contratto scadrà il 30 giugno. Il Livorno non vuole privarsi del Toro di Brindisi, così i rossoverdi si sono tuffati su Federico Piovaccari, ora in Cina. (r.l.)

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik