Quotidiani locali

Trionfo ai regionali, la sciabola del Fides taglia tutti a fette

Livorno, i campionati a squadre portano due ori, un argento e un bronzo. La soddisfazione di Pierucci: «Sono dei gruppi fantastici» 

LIVORNO. Baby spadaccini del Fides in grandissima evidenza ai campionati regionali a squadre, del GPG (under 14). Due medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo sono un bottino che si commenta da solo. Nel fioretto femminile della cat. Allieve/Ragazze (classe 2005 e 2004). Vittoria a vele spiegate del terzetto delle meraviglie composto da Karen Biasco, Beatrice Prusciano e Ginevra Manfredini. E terzo gradino del podio per le bravissime Beatrice Bibite, Costanza Pensabene e Silvia Pieroni. Per loro lo stop è arrivato in semifinale nell’assalto con le compagne di sala.

Nella categoria Maschietti/ Giovanissimi (classe 2007 e 2006), invece, quarto posto per i giovani leoncini Francesco Rencricca, Brando Barbieri, Lorenzo Capolicchio e Leonardo Maggini. E sesto per l’altro team Fides composto da Gabriele Garzelli, Pietro Magherini e Gualtiero Tognelli.

Ma ascoltiamo il commento del maestro Beppe Pierucci: «Le bimbe a squadre hanno dominato facendo vedere, anche se non c’erano i motivi, che nella categoria sono decisamente le più forti. E non solamente in Toscana. Così forti da poterci presentare all’appuntamento regionale con due squadre super competitive. Per quanto riguarda i più piccoli, sono ancora un po’ acerbi, ma stanno crescendo singolarmente e anche come spirito di gruppo. È bellissimo vederli insieme. Sono affiatati e si supportano gli uni con gli altri. Questo è il miglior presupposto per far nascere e crescere nuovi campioncini».

Tre addirittura le compagini Fides, invece, ai nastri di partenza della cat. Maschietti/Giovanissimi di sciabola. Per loro un primo, un secondo e un quarto posto nella classifica finale. Sul podio più alto Niccolò Bechini, Edoardo Betti e Davide Mannucci, battendo nella finalissima, 36-17, i compagni di sala Andrea Artuso, Diego Bottari, Rocco Biagi e Lorenzo Stefanutti. Quarto posto, invece, per Giorgio Favilla, Filippo Picchi, Alessandro Perri e Matteo Pappalardo che in semifinale si erano arresi ai vincitori.

Unici “intrusi” (terzi) i bravi bambini dell’Oreste Puliti di Lucca. Gran Prix di Fioretto di Torino Coppa del Mondo.

Stupenda prestazione di Anabella Acurero Gonzales. La giovane venezuelana che ha scelto Livorno, il Fides e il maestro Beppe Pierucci per allenarsi e cercare di volare lontano. A Torino a seguirla a bordo pedana c’era proprio Pierucci. Ascoltiamo: «Dopo un buon girone di qualificazione: 4 vittorie e 2 sconfitte, Arabella, nella prima diretta, ha battuto 15-13 la statunitense Leffey. Nel turno successivo si è ripetuta, 15-12, contro Cheung di Hong Kong, guadagnando l’accesso al tabellone delle top 64. Un privilegio tra le sudamericane toccato solamente a lei. Il giorno dopo ha perso con la coreana Hyunhee Nam, classe 1981: con argento olimpico e doppio bronzo mondiale nel palmares. L’eccezionalità del risultato – conclude Pierucci- non sta tanto nella classifica, ma nel fatto che ha appena 16 anni»”.

A Torino nella gara di Arabella (176 partecipanti) a vincere è stata la russa Inna Deriglazova, olimpionica a Rio 2016 e campionessa del mondo

in carica. Buone prestazioni, tenendo conto della concorrenza, anche di Olga Rachele Calissi e Beatrice Monaco. E in campo maschile (189 partecipanti) di Alessandro Paroli, Tommaso Lari, Lorenzo Nista e Edoardo Luperi.



 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro