Quotidiani locali

Ricorso per Mazzoni, si spera nella riduzione

Intanto si lavora per prolungare il contratto a Gasbarro, e la società annulla la disdetta della sede

LIVORNO. Il mercato può attendere. Sono altri ad avere problemi, sono altri a cercare pozioni miracolose per riscaldarsi dal Grande Freddo, sono altri ad aver urgente bisogno di rinforzi. In questo momento il Livorno può e deve pensare solo al Piacenza e poi a chiudere nel modo migliore la prima parte della stagione (Piacenza in casa, Gavorrano fuori e poi Prato in casa) prima dei 20 giorni di sosta.

IDEA GASBARRO. Comunque la dirigenza sta lavorando per il rinnovo di contratto di Andrea Gasbarro, un prolungamento che vale da garanzia per il giocatore e per la società. D’altronde Gas Gas sta disputando una stagione super, ha acquisito un’autorità e una sicurezza mai vista in passato, se vuole può davvero diventare una bandiera del Livorno.

E LUCI... In questo momento, come non mai, ci viene da pensare che un incontro con Andrea Luci per parlare di futuro sarebbe cosa giusta. Andrea lo merita come persona. Senza dimenticare (anzi...) che in questa stagione è sempre stato tra i migliori in campo. Insomma, il Livorno non farebbe un favore a nessuno: farebbe un favore solo a se stesso. E se adesso non è il momento giusto, speriamo che lo sia magari tra qualche giorno.

RICORSO MAZZONI. Intanto si attende il responso contro la squalifica per 4 giornate a Luca Mazzoni, sanzione rimediata nel derby di Pisa. È stato lo stesso giocatore a presentare il ricorso, con una lunga memoria nella quale si ribatte punto su punto ad accuse piovute su di lui e non veritiere. In primis per quanto successo nel post-derby.

La sentenza è attesa in questi giorni, ma non c’è una data prestabilita. Intanto Luca ha già scontato due giornate (contro Arzachena e Carrarese), se ci fosse una riduzione almeno di una giornata allora salterebbe il Piacenza potrebbe tornare in campo il 23 dicembre col Gavorrano. Se invece non ci sarà la riduzione, allora Luca tornerà tra i pali il 30 contro il Prato.

LA SEDE NON CAMBIA. Nei giorni più critici della gestione di
Aldo Spinelli, quando l’unico obiettivo era ridurre le spese ovunque e comunque, partì anche la disdetta dell’affitto della sede di via Indipendenza e si valutò le ipotesi Stagno e stadio. Dietrofront. La disdetta è stata annullata, il Livorno non si muove più. (al.ber.)



TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon