Quotidiani locali

le ultime dalla sardegna 

Mereu sogna lo sgambetto Murgia ko, occhio a Ogunseye

LIVORNO. “A Olbia non si passeggia”. È questa la scritta che accoglie i giocatori ospiti quando entrano all'interno dello stadio sardo. Un monito che oltre a mettere in guardia gli avversari, dà la...

LIVORNO. “A Olbia non si passeggia”. È questa la scritta che accoglie i giocatori ospiti quando entrano all'interno dello stadio sardo. Un monito che oltre a mettere in guardia gli avversari, dà la giusta carica ai giocatori sardi che in questo inizio di stagione hanno dimostrato, sia in casa che fuori, di non aver paura di nessuno. Gli amaranto un anno fa hanno testato sulla propria pelle il fatto che “a Olbia non si passeggia” e se ne tornarono a Livorno con 0 punti in tasca e una sconfitta più che meritata.

Le cose, da allora, sono molto cambiate per entrambi e sia il Livorno che i sardi, rispetto allo scorso campionato, hanno fatto un salto di qualità. Gli isolani puntano dritti verso i playoff. Un traguardo storico per il capoluogo della Costa Smeralda. Il presidente Alessandro Marino ha sollecitato le imprese e i privati della zona a supportare in modo più consistente la squadra. Ieri pomeriggio i bianchi hanno svolto l'ultimo allenamento della settimana, una settimana durante la quale Murgia e Oliveira hanno lavorato a parte a causa di alcuni fastidi alle rispettive caviglie.

Oggi nel primo pomeriggio, poi, i sardi saliranno sul volo Olbia-Pisa per recarsi sul continente con un po' di anticipo e non avere il viaggio nelle gambe il giorno della partita.
La squadra che vedremo al Picchi sarà il solito “albero di natale” allestito da Mereu, con Ogunseye punta centrale, supportato dai trequartisti Ragatzu e Senesi. In porta Aresti, Cotali, Iotti, Dametto e Pisano in difesa e a centrocampo Blancu, Muroni e Feola.

N.C.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista