Quotidiani locali

Maestro di scacchi accusato di perdere apposta contro un amatore

Livorno: il professionista è sospettato di aver "giocato appositamente per perdere" o quantomeno "per non vincere le proprie partite". Inoltrata una segnalazione alla Giustizia federale

LIVORNO. È sospettato di aver «giocato appositamente per perdere» o quantomeno «per non vincere le proprie partite». Il motivo? Secondo l’arbitro – che lo ha segnalato alla Federazione – perdere punti nella classifica generale degli scacchi, per potersi iscrivere negli open di fascia inferiore sfidando giocatori più deboli di lui. Giallo nel mondo delle 64 caselle, un movimento che solo in Toscana raccoglie centinaia di appassionati. Sotto accusa un maestro lettone che ha partecipato al 13° Festival internazionale “Città di Livorno”, disputatosi dal 29 settembre al primo ottobre a Montenero.

Lo scacchista – di cui non scriviamo il nome fino all’eventuale sentenza definitiva – rischia una sanzione per condotta antisportiva, essendo gli scacchi una disciplina associata al Coni. È stato un arbitro pisano, Gabriele Stilli, a segnalare il caso alla giustizia federale. Stilli – contattato dal Tirreno – non commenta. Ora la palla passa al giudice sportivo, Elia Mariano.

Stando ai documenti, «nel secondo turno» del torneo il giocatore – sfidando un collega cecinese molto più debole di lui (come se nel calcio la Juventus affrontasse il Poggibonsi ndr) «pareggia in 16 mosse, palesemente senza alcun impegno per vincere» e «nel terzo turno», stavolta contro un principiante amatore, «dopo aver raggiunto una posizione di chiaro vantaggio alla mossa 27, comincia a giocare male in modo completamente diverso dall’inizio della partita, finendo per perdere».

Una sconfitta che ha destato molta sorpresa nell’ambiente delle 64 caselle. Anche perché, lo scacco matto, in alcuni momenti era veramente a un passo. Il maestro, poi, si è ritirato. «Alla fine del terzo turno»

sui cinque previsti – si apprende dagli atti – «si ritira dal torneo», ma «il giorno dopo (quando a Livorno si giocano gli ultimi due turni) partecipa a un torneo rapido in provincia di Latina». Tutti indizi che hanno convinto l’arbitro a segnalare tutto alla Federazione.
 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista