Quotidiani locali

Un altro Gran Premio da vincere

Trasferta delicata: sono out Bruno e Pirello, oggi Sottil decide se far giocare subito Mazzoni

Abbiamo sentito nell’aria un pizzico di delusione, in questi giorni. Com’è possibile, visto il campionato stratosferico che sta firmando il Livorno? Diciamo che diversi tifosi non hanno gradito le vittorie di Siena e Pisa nel turno infrasettimanale, in primis quella dei nerazzurri per le modalità con cui è maturata. Per carità, noi siamo d’accordo che la classifica si disegna coi propri meriti ma anche sfruttando gli errori altrui. Ma guai a far passare il messaggio che il Livorno è preoccupato per Siena e Pisa.

Cari amici, è l’esatto opposto. Oggi ad essere inquieti sono Siena e Pisa che vedono il Livorno lassù. Aspettavano “le partite difficile”, sono arrivate anche quelle eppure la bandiera amaranto è sempre in alto a sventolare. La verità è che “il potere logora chi non ce l’ha”: non che la frase l’abbia pronunciata un personaggio che ci stava particolarmente simpatico, però il concetto non fa una grinza. Lasciate che l’ansia faccia da zavorra sulle spalle degli altri.

Intanto oggi ci andiamo a giocare un’altra sfida di fuoco, anche perché ora aspettano tutti il Livorno col fucile spianato. Non è stata una vigilia semplice, Pirrello e Bruno non sono neanche stati convocati, Giandonato non è al meglio, Mazzoni si è allenato ma soltanto stamani sapremo se Sottil lo farà partire titolare oppure gli preferirà Pulidori per evitare rischi. Insomma, qualche problemino c’è.

Ma i problemi ce li avrà più che altro il Monza, soprattutto se il Livorno scenderà in campo con la carica e la voglia di fare la partita che l’ha sempre contraddistinto. La batteria degli attaccanti è tosta, Vantaggiato sente profumo di gol, Doumbia sta volando, Maiorino vuole sbloccarsi, in più ci sono Murilo e anche quel Montini che, vedrete, ci darà una grossa mano. Novità a centrocampo dove Gemmi è in leggero vantaggio su Giandonato per affiancare Luci, mentre
in difesa sarà Gonnelli a prendere il posto di Pirrello, con Borghese che dunque diventa prima alternativa.

Andate e giocatevela come sapete fare. Con oltre 400 tifosi al vostro fianco. E la voglia di alzare le braccia, tutti insieme, sul traguardo del Gran Premio di Monza.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista