Quotidiani locali

Ma lo stop di Pirrello preoccupa: oggi gli esami

Domenica toccherà a Gonnelli, pronto anche Gemmi in caso di forfait di Bruno. E Montini chiede spazio

LIVORNO. Dopo due partite faticose e ravvicinate come quelle di Siena e con la Viterbese, ieri il Livorno è tornato ad allenarsi anche perché dietro l’angolo c’è la sfida di Monza e non è possibile staccare la spina. Tuttavia è chiaro che seduta di ieri è stata leggera. Non poteva essere altrimenti. Sottil ha diviso il gruppo e ha fatto sostenere un allenamento normale a quanti non sono scesi in campo contro la squadra di Nofri. Lavoro defaticante, invece, per chi ha contribuito a rifilare tre gol alla pericolosa Viterbese.

GLI INFORTUNATI. Sono state monitorate le condizioni dei tre giocatori che hanno accusato qualche problema l’altro pomeriggio. La situazione più complicata è quella di Pirrello, che a ripresa inoltrata ha dovuto lasciare il campo per far posto a Gonnelli: è uscito dallo stadio con le stampelle a causa di un problema muscolare e rischia un lungo stop, oggi comunque si sottoporrà ad alcuni esami per capire meglio l’entità dell’infortunio. Hanno lamentato qualche fastidio muscolare anche Bruno, pure lui sostituito, Franco. Quest’ultimo non preoccupa e la sensazione è che abbia accusato solo un piccolo affaticamento. Da valutare invece gli altri due, soprattutto il difensore.

LE ALTERNATIVE. Con Pirrello praticamente out, un peccato perché sta mettendo insieme una serie di prestazioni ottime, domenica a Monza (ore 16,30) dovrebbe giocare Gonnelli accanto a Gasbarro. In mezzo, invece, se Bruno non ce la fa, è favorito Gemmi su Giandonato che all’inizio di questa settimana ha sentito dolore al ginocchio operato esattamente un anno fa. Il centrocampista ex Lanciano, comunque, mercoledì era in panchina e questo significa che sebbene non stia benissimo, fornisce comunque garanzie sufficienti.

IL TURNOVER. In vista della trasferta di Monza, al di là di quelli che potranno essere i cambi obbligati, Sottil pare intenzionato a praticare il turnover. In attacco Montini potrebbe prendere il posto di Vantaggiato, che così avrebbe la possibilità di rifiatare. È invece insostituibile Valiani che all’alba dei 37 anni continua a giocare con profitto e senza soluzione
di continuità. Negli ultimi minuti di Livorno-Viterbese, per centellinare le proprie energie, il “Manny Tuttofare” amaranto in alcune circostanze ha giocato anche da centravanti con Vantaggiato più arretrato. Uno come Valiani andrebbe ibernato. O clonato. Fate voi.

(f.p.)

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista