Quotidiani locali

Una valigia piena di punti e sogni Livorno Rugby vola

Gran colpo a Firenze (17-26) in casa della capolista Canepa scatenato (11 punti), labronici a 4 punti dalla vetta

LIVORNO. Il mal di trasferta non attacca il biancoverde. Questa è la diagnosi relativa all’avvio di stagione di un Livorno Rugby che, finora, ha fatto centro due volte lontano da casa. Sempre a Firenze, dove domenica la squadra allenata da coach Marco Zaccagna ha violato il Marco Polo, fortino della Florentia.

Il punteggio finale di 17-26 consegna quattro preziosi punti ai labronici, che così salgono a quota 8 in una classifica che, dopo sole tre giornate, da già il senso di quanto sia alto il livello della concorrenza per ambire alle prime piazze. Nove squadre raccolte in cinque punti competono per i quartieri alti, dove comanda quel Pesaro che due domeniche fa è venuto a far la voce grossa al Montano. Ora il Livorno Rugby deve trovare anche in casa lo stesso piglio mostrato fuori porta.

Lo smalto e il carattere d'acciaio messi in vetrina sulle sponde dell'Arno dimostrano come Bertini e compagni possano continuare a raccogliere soddisfazioni e puntare in alto. Nelle prossime due domeniche, i biancoverdi giocheranno due gare interne.

Il successo contro il Florentia è stato costruito nel primo tempo. Partono forte i biancoverdi che già al 4', con un'azione in velocità dei trequarti, sfruttano l'ingenuità difensiva degli antagonisti: il centro Gigli va a schiacciare in meta (0-5). Livorno è abile a tenere vivo il pallone. Nonostante le dimensioni ridotte del terreno, i labronici sono bravi nel dare continuità alla propria manovra. Al 23' è il possente pilone Bufalini a sfondare il muro della retroguardia dei locali: seconda meta biancoverde e 0-10. I fiorentini reagiscono e al 29' riducono le distanze, con una meta di forza del terza linea Baggiani, trasformata dall'apertura Valente: 7-10.

I livornesi riprendono a macinare gioco e l’apertura Squarcini segna al 35’ il piazzato del 7-13. In chiusura di tempo ecco la terza meta. Firmata da Canepa, dopo una ficcante azione in velocità; Squarcini trasforma ed è 7-20 all'intervallo. Lo stesso Squarcini esce per un malanno muscolare (5'). Gli subentra l'ala Stiaffini, con Canepa che si sposta all'apertura. È proprio Canepa a firmare dalla piazzola il massimo divario esterno: 7-23 al 10'.

Florentia, con le buone o con le cattive, prova a rimanere in scia: meta di Valente (12-23 al 12'). Livorno mantiene i nervi saldi. Canepa indirizza tra i pali il secondo piazzato delle sua gara (11 punti in tutto per lui): 12-26 al 21'. Nel finale, con l'uomo in più (cartellino giallo per il pilone Tangredi), i gigliati siglano la terza meta con Ferrara e fissano il risultato sul 17-26.

Risultati: Modena - Amatori Parma 17-24 (1-4), Parma'31 - Romagna 39-17 (5-0), Arezzo - I Medicei Firenze cadetti
20-24 (1-5), Pesaro - Bologna 16-15 (4-1), Rieti - Civitavecchia 56-22 (5-0).

Classifica: Pesaro 12, Arieti Rieti 11, Florentia, Amatori Parma e Parma'31 9, Livorno 8 e Medicei cadetti 8, Bologna 7, Modena 6, Romagna 3, Vasari Arezzo 2, Civitavecchia 1 . Dario Serpan

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista