Quotidiani locali

Spagnoli e Porrino gli ori di Villa Lloyd

I due tennisti trionfano nel Master Sabatini di Santa Croce Alice non perde neanche un set, rimonta super di Giorgio

LIVORNO. I quattordicenni Alice Spagnoli e Giorgio Porrino sono i vincitori del “Master Mauro Sabatini”, che si è concluso nei giorni scorsi sui campi del Tennis Santa Croce sull’Arno. Una brillante doppietta per i due allievi di Villa Lloyd che firmano così il ventiseiesimo e ventisettesimo successo stagionale del settore agonistico del club di Nino Savoca. Una bella soddisfazione anche per i maestri Marco Lepri e Lucia della Fazia, sicuramente orgogliosi di vedere la bacheca all’interno del circolo piena di trofei conquistati dai loro baby pupilli: festa doppia per Lucia, che è anche la madre di Alice.

La giocatrice biancoverde ha chiuso il torneo senza perdere un set confermando così il pronostico della vigilia. Nel tabellone erano presenti anche le due compagne di circolo Costanza Benini e Claudia Capocchi, che si sono messe in evidenza nelle varie tappe di questo tradizionale circuito federale regionale.

Porrino, invece, dopo aver battuto al primo turno il portacolori del Tennis Club Prato Riccardo Crescenzi e in semifinale il pistoiese Lorenzo Arcangioli, ha superato nella finalissima il montecatinese Stefano Piattelli col punteggio di 4-6 6-2 6-1. Curioso il fatto che, sul 6-4 2-0 in favore dell’allievo di Daniele Balducci, Porrino abbia rotto le corde anche alla seconda racchetta, riuscendo comunque a infilare un parziale di 12 game a 1 con un attrezzo diverso, prestato dal maestro del circolo locale, tra l’altro con un manico più grande.

Le due promesse labroniche sono adesso impegnate nel Master del Super Slam, in corso di svolgimento proprio al Tennis Club Livorno. Un tabellone prestigioso che vede al via i migliori prodotti della Toscana, tra i quali figurano certamente Alice e Giorgio, che si presentano in grandissima forma e in grado quindi di lottare per qualcosa di veramente importante. L’augurio per i due baby tennisti
è che riescano a sfruttare il tifo del pubblico livornese, a lasciare andar via il braccio e a non essere frenati dall’emozione. E a questo punto, per Giorgio anche la speranza di rompere le corde nel momento clou del match.

Riccardo Ferretti

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista